ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Politica

Politica | 18 gennaio 2022, 16:19

Dopo le dimissioni dell'assessore Robbione, a Borgo esiste ancora una maggioranza?

Le reazioni politiche. Per l'ex assessore Fantino “Beretta continua a fare un disastro dopo l'altro”. Secondo il capogruppo di maggioranza Papalia “c'era qualcosa che covava da tempo e le prossime ore saranno decisive”. Piermario Giordano: “Situazione delicata. La minoranza è pronta a verificare in consiglio l'esistenza di una maggioranza solida intorno al primo cittadino”

Uno dei consigli comunali online a Borgo San Dalmazzo in tempo di pandemia. Esiste ancora una maggioranza solida, dopo le dimissioni dell'assessore Robbione?

Uno dei consigli comunali online a Borgo San Dalmazzo in tempo di pandemia. Esiste ancora una maggioranza solida, dopo le dimissioni dell'assessore Robbione?

 

Non sono mancate le reazioni politiche all'indomani delle dimissioni dell'assessore Roberta Robbione a Borgo San Dalmazzo.

Mentre Beretta è pronto a nominare in data odierna il suo vicesindaco, che con tutta probabilità sarà l'assessore Beppe Bernardi, gli altri componenti del consiglio comunale si interrogano sulla complessa situazione che si è venuta a creare, a pochi mesi dalle elezioni comunali.

La domanda che serpeggia è scontata: “A Borgo esiste ancora una maggioranza solida?”

Non dimentichiamo che, a fine dicembre 2019, Beretta aveva perso un altro “pezzo da novanta” con le dimissioni dell'assessore Mauro Fantino. Completamente diverse le ragioni: vedute opposte sul progetto del biodigestore.

 

MAURO FANTINO

Proprio Fantino non si risparmia nell'analizzare la situazione. Questo il suo commento a caldo: “La situazione nella città è drammatica. È tutto fermo. Nell'ultimo consiglio è stato presentato un bilancio dove non si chiedono finanziamenti al Pnrr. Soltanto il 10% del programma presentato a inizio legislatura è stato realizzato. Nel massimo immobilismo, il sindaco Beretta continua a fare un disastro dopo l'altro. Dopo il disastro amministrativo, ora anche il disastro politico. Non abbiamo un rappresentante in consiglio provinciale e ora perde altri pezzi di maggiornaza. Che si mette da parte lui, prima di fare ulteriori danni alla città”.

 

FRANCESCO PAPALIA

Di tutt'altra veduta è Francesco Papalia, il consigliere di maggioranza che si era astenuto sul bilancio di previsione nell'ultimo consiglio comunale, proprio in polemica con l'assessore Robbione: “La mia mancata elezione in Provincia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Mi spiace perché questa rottura non è dipesa da me. Evidentemente c'era qualcosa che covava da tempo. Quello che ha pesato è stata l'indecisione di Roberta Robbione sulle future elezioni. Poteva essere il candidato di continuità della maggioranza, ma ha scelto diversamente. Lo ha dimostrato con i fatti, non appoggiandomi in Provincia, portandosi dietro qualcun'altro e andando contro il progetto della Giunta. Peccato perché oggi, per colpa sua, non abbiamo un rappresentante borgarino in consiglio provinciale”.
Per Papalia resta il rammarico: “Certo. Siamo sempre andati bene, con una politica comune. Nell'ultimo periodo però non è più stato così. Lo spartiacque sono state, come dicevo, le elezioni provinciali, molto probabilmente in vista di quelle comunali. Prima di allora non avrei mai pensato di andare contro Robbione. La scelta di dimettersi da assessore è stata sua, perché il sindaco le aveva chiesto di mettersi da parte solo in qualità di vice.
Se esiste ancora la maggioranza? I numeri si stanno riducendo. Vedremo. Le prossime ore saranno decisive”.

 

PIERMARIO GIORDANO

“L'unico gruppo che tiene è il nostro – commenta il consigliere di minoranza del gruppo Borgo 3.0 Piermario Giordano -. Ieri sera ci siamo riuniti per discutere di questo momento delicato e dei tanti problemi della città, per la verità prima dei problemi e poi di altro. Avvertivamo da tempo una situazione di sofferenza tra le fila della maggioranza. Il bilancio, che è il vero fulcro di un'amministrazione, non ha da anni un'impronta politica”.

Esiste ancora una maggioranza a Borgo? 
“Non lo so, è quello che stiamo cercando di capire – continua Piermario Giordano -. Quel che è certo è che, in questo momento, quattro consiglieri di maggioranza possono mandare a casa il sindaco. Due ci sono già. E parlo di Mauro Fantino e di Roberta Robbione. Beretta ha sei/sette fedelissimi che sono riconducibili ai voti espressi nelle famose elezioni provinciali. Per il bene del paese divenuto città, il nostro gruppo è pronto a chiedere di verificare in consiglio l'esistenza di una maggioranza  intorno al primo cittadino”.

Giordano non manca di tirare qualche frecciatina all'assessore dimissionario: “Ieri mattina, mentre qualcuno stava scrivendo la lettera di dimissioni, il consigliere Ilda Macario ed io eravamo in riunione con il sindaco, il segretario comunale e la brava responsabile dell’Urbanistica per parlare di problemi sociali. Pur essendo in minoranza, noi lavoriamo con senso civico, per il bene del paese”.

E aggiunge: “La rinuncia di Robbione alle deleghe di assessore, tra l'altro, cade in un momento particolare di pandemia, a pochi mesi dalle elezioni”.

Di fatto Beretta e Robbione governano insieme da 19 anni e 6 mesi, considerando anche il doppio mandato a guida Varrone. Quando sono nati i dissapori? “Se torno indietro nel tempo, vorrei ricordare che Beretta tolse le deleghe a Luisa Giorda anche su pressione di Roberta Robbione. C'è da capire cosa sia accaduto in questi cinque anni che ha rovesciato completamente il loro rapporto”.

Giordano ci tiene anche a fare una dichiarazione in qualità di presidente del Parco Alpi Marittime: “Le valli hanno bisogno di un'amministrazione forte a Borgo San Dalmazzo. Il Comune di Borgo deve fare Borgo. Per questo sono rammaricato da questa situazione di debolezza che si sta profilando. Devo dire che, da quando sono presidente dell'Ente (20 febbraio 2020, ndr), Borgo non ha svolto e non svolge il ruolo di capofila”.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium