/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2022, 18:46

Scuola primaria di Roccabruna: tappa di primavera al Norat

Attività con l'associazione Norat Memoria e Futuro. Da ora chiunque si recherà in questo luogo, tramite qr-code su dei disegni, potrà ascoltare le interessanti spiegazioni da parte dei più piccoli

Scuola primaria di Roccabruna: tappa di primavera al Norat

Tappa di primavera ieri, mercoledì 18 maggio, al Norat per gli alunni della scuola primaria di Roccabruna.

La preparazione antica del pane, il lavatoio di un tempo. Accolti dai volontari dell'associazione Norat Memoria e Futuro, i bambini non hanno soltanto ascoltato i racconti della tradizione, ma si sono cimentati concretamente. Hanno, infatti, fatto il pane e lavato a mano alcuni vestiti, in un vero e proprio ritorno al passato.

La costruzione poi di graziosi triangoli con legnetti ed altri elementi della natura, impreziositi da fili di lana, da appendere nella borgata Quel contatto importante con l'ambiente, quel fare che, oltre alla creatività, ha permesso ai più piccoli di interagire tra loro. L'educazione quindi alla bellezza in senso ampio, al rispetto reciproco.

Dopo il pranzo al sacco, il pomeriggio è proseguito con un interessante itinerario: dapprima in quella che un tempo era la scuola, ora edificio privato: i bambini di terza hanno raccolto materiale dell'epoca intervistando anche i propri nonni, molti dei quali avevano proprio frequentato la scuola al Norat.

Successivamente, la visita a quello che un tempo fu il caseggiato di Giacomo Inaudi: qui i bimbi di quinta hanno dato vita ad un teatrino, rendendo omaggio al celebre matematico originario di questa borgata.

Ultima tappa alla casa di Marsel (Giovanni Battista Bernardi), cameriere anch'esso originario del Norat, emigrato prima in Francia e poi a Londra, che a soli 22 anni morì sul Titanic.

"Siamo sempre stati accolti in maniera straordinaria" - commentano le insegnanti - "Desideriamo davvero ringraziare di cuore il presidente Roberto Acchiardi e tutti i membri dell'associazione Norat Memoria e Futuro. Speriamo di ritornare con i bambini ed i loro genitori l'ultimo giorno di scuola, per una merenda sinoira ed augurare a tutti una buona estate."

Realizzati dai bambini e consegnati all'associazione, particoli disegni del Norat. Non solo il ritratto di bellissimi scorci: posizionati nei diversi punti caratteristici, da ora chiunque si recherà in questo luogo, tramite qr-code, potrà ascoltare le interessanti spiegazioni da parte dei più piccoli.

Le iniziative al Norat rientrano nell'ambito dell'Outdoor education, nuova tendenza educativa promossa anche dal Ministero della Pubblica Istruzione

Beatrice Condorelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium