/ Politica

Politica | 23 giugno 2022, 20:24

Scuola, Bergesio: “Accolte nel Pnrr2 le richieste della Lega in materia di scuola, più risorse e norme avanzate”

“Grazie alla compattezza della maggioranza abbiamo ottenuto che le risorse della Carta docente non verranno toccate"

Giorgio Maria Bergesio in Senato

Giorgio Maria Bergesio in Senato

“Più risorse e norme più avanzate per la scuola: sono i risultati ottenuti grazie all’impegno della Lega e alla compattezza del Parlamento”.  

Così il Senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio commenta l’approvazione, oggi in Senato con 179 voti favorevoli, 22 contrari e nessun astenuto, del Decreto Pnrr2 che include anche nuove direttive in materia di istruzione e scuola. 

“Grazie alla compattezza della maggioranza abbiamo ottenuto che le risorse della Carta docente non verranno toccate - spiega -. La formazione degli insegnanti verrà finanziata con un fondo ad hoc fino al 2024 e il Governo si è impegnato a trovare risorse aggiuntive sin dalla prossima legge di Bilancio".  

“Abbiamo segnalato con forza che l'Italia spende per l'istruzione meno dei partner europei ed ottenuto che i risparmi dovuti alla riduzione del numero degli studenti rimangano nel comparto scuola - dice ancora Bergesio-. C'è inoltre apertura sui percorsi formativi abilitanti all'insegnamento, ai quali sono interessati oltre a chi insegna nella scuola statale, anche chi lavora nelle paritarie e nei centri IeFP.”. 

Sul precariato: “Per assumere 70.000 nuovi insegnanti entro il 2024, inaccettabile riesumare preselezione e test a crocette, peraltro già esclusi per i concorsi futuri, assolutamente non in grado di valutare attitudine, capacità, maturità e conoscenza della lingua italiana. Il dubbio è che l'utilizzo di questi meccanismi abbia in realtà l'obiettivo di tagliare fuori il precariato storico, che pure nell'ultimo decennio si è fatto carico di puntellare il sistema. Ci batteremo quindi per l'estensione dei tempi della fase transitoria così da togliere ogni giustificazione all'impiego di tali strumenti”. 

Tra i risultati positivi, riferisce il Senatore della Lega: “Abbiamo ottenuto l'accesso ai corsi di specializzazione sul sostegno (anche senza abilitazione) per chi ha tre annualità di esperienza specifica. Poi il ripristino nei concorsi delle graduatorie di merito degli idonei per coprire i posti che successivamente si rendono vacanti. 

Ci tenevamo particolarmente, insieme alla restituzione dell'assegnazione provvisoria interprovinciale, importante soprattutto per le mamme con bambini piccoli, questione che sembra finalmente avviarsi a soluzione. C'è l'esonero dei collaboratori del dirigente scolastico per le scuole in reggenza. 

C'è infine il concorso straordinario per i precari di religione cattolica con almeno 36 mesi di servizio nelle scuole statali. Le graduatorie a seguito della procedura straordinaria saranno utilizzate ogni anno fino al loro totale esaurimento”.  

“Per queste ragioni la Lega - Salvini Premier ha votato a favore del provvedimento”, conclude il Senatore Bergesio.

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium