ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Economia

Economia | 31 luglio 2022, 08:46

#CONTROCORRENTE: è sfida mediatica per 'stipendi extra' ai dipendenti. Fatto a colpi di comunicati stampa rende chi lo fa 'molto fragile'

Qualche volta dire le cose come stanno restituisce al mestiere editoriale la dignità che troppo spesso viene calpestata da una insana abitudine al 'copia - incolla'

#CONTROCORRENTE: è sfida mediatica per 'stipendi extra' ai dipendenti. Fatto a colpi di comunicati stampa rende chi lo fa 'molto fragile'

Stiamo vivendo anni molto difficili, molto. Ma lo erano anche quelli che ci hanno preceduto per coloro che vivevano quei tempi. Ogni tempo è difficile, facciamocene una ragione.

Proprio in questi giorni di carovita, soldi sempre più importanti per gestire la propria quitidianità assistiamo ad una sorta di 'gara' tra grandi aziende o medie o anche piccole a 'sbandierare' stipendi extra o bonus ai proprii dipendenti, riempiendo le pagine di giornali cartacei, i pixel degli on line, i video dei Tg, i minutaggi delle radio.

Siamo tutti ben contenti che chi fa grossi redditi ne condivida una parte con i proprii dipendenti, ciò che lascia l'amaro in bocca è che i comunicati stampa fioccano nelle redazioni per fare in modo che se ne dia notizia con una sorta di 'sfida mediatica a farlo sapere'.

Qui esce l'amaro in bocca: se fosse una cosa che voglio condividere con i miei dipendenti perchè a tutti i costi volerlo sbandierare? Perchè una sorta di gara priapistica a chi ha gli attributi più grossi?

Cari imprenditori o Consigli di Amministrazione, consapevoli ( o inconsapevoli... mah), alla ricerca di un titolo che avete trovato, sappiate che alla luce del popolo dotato di neuroni apparite come 'fragili' e siccome davanti, guardandovi negli occhi di solito nessuno ve lo dice per una sorta di timore reverenziale o 'esigenze di rapporti commerciali', tocca a un editoriale ricordarvelo.

Proponiamo un esercizio di stile: quando vi fanno i complimenti per queste iniziative provate a pensare che potrebbero essere 'complimenti falsi', detti solo per compiacervi o per le opportunità commerciali che ne derivano.

Nel metro del giudizio sociale la vittoria non è certa, al netto della popolarità ottenuta, con un investimento in comunicazione pari a zero.

Detto questo però tutti hanno una via d'uscita perfetta: non è beneficenza su cui vale sempre la teoria cattolica e laica della discrezione (alla faccia di tutti i comunicati stampa delle donazioni durante il covid, schema uguale a quello di oggi) ma si tratta di iniziativa aziendale. Quindi usciamo anche dalla questione morale.

Bene così, avanti tutta. Spazio a nuovi comunicati stampa. Il grande circo della comunicazione regala nuove soddisfazioni. Sino al giorno del giudizio, dove non può sempre essere colpa di altri, non sempre.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium