/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2022, 12:44

Furto di motoseghe a Chiusa di Pesio: “Il guadagno di una annata è andato in fumo in una serata”

È successo nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 settembre. Ignoti si sono introdotti nel capannone di Tonino Mauro, rubandogli tutta l'attrezzatura da taglio, anche i cimeli regalati dal padre che gli aveva trasmesso questa passione: “Auguro ai ladri tanta fatica. Che si prendano almeno il piacere di usarle”

Antonino Mauro con il figlio Giacomo, a cui stava tramandando la passione per il taglio degli alberi

Antonino Mauro con il figlio Giacomo, a cui stava tramandando la passione per il taglio degli alberi

Hanno scassinato la porta del suo capannone a Chiusa di Pesio e gli hanno portato via cinque motoseghe di marca e tutta l'attrezzatura da taglio. Un danno da almeno 6/7 mila euro. È successo nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 settembre. Tutto denunciato ai carabinieri.

A farne le spese è stato Antonino Mauro, un uomo che taglia gli alberi per passione. Una passione tramandata da suo padre Alessandro e che stava trasmettendo anche al piccolo Giacomo.

Lo spiega la moglie Maura Franchino: “Un danno economico ingente, ma soprattutto danno per il legame che quelle motoseghe significano. Quella di suo papà che non c’è più, quella sudata coi primi risparmi, quella comprata rinunciando alle vacanze, quella più professionale di tutte conquistata con sacrificio, quella piccola solo per Giacomo (che per ora stava imparando a molare la catena), quella leggera da tree climbing. Motoseghe che lui riconoscerebbe tra mille. Perciò se a qualcuno venisse offera una motosega in vendita, usata, per favore contattatemi. So che sarà impossibile ma io sono sognatrice”.

“Hanno preso solo macchine professionali – aggiunge lo stesso Tonino -. Mi ha stupito che hanno preso anche una motosega a fine vita che io usavo per i pezzi di ricambio. Si vede che c'è crisi, la smontano e la vendono a pezzi. Mi sono accorto del furto mercoledì mattina. Il guadagno di una annata è andato in fumo in una serata. Io ho la partita iva come abbatitore di piante e boscaiolo. Senza attrezzature non posso lavorare. Ora sto andando in giro per negozi a farmi fare preventivi e mi chiedo anche se valga la pena ricomprare tutto”.

Questo il materiale rubato: un atomizzatore marca STIHL modello BR420, di colore bianco/arancione; una motosega marca STIHL modello 261 di colore bianco/arancione, non funzionante, priva di lama e con maniglia danneggiata; una motosega marca HUSQVARNA modello 562 XP di colore arancione, con segno distintivo la presenza di uno stampino recante la scritta "MASSIMINO"; una motosega marca HUSQVARNA modello 372 XP di colore arancione; una motosega marca HUSQVARNA modello 372 XP di colore arancione; una motosega marca HUSQVARNA modello 338 XPT di colore arancione.

“La motosega Stihl con la maniglia danneggiata era quella che mi aveva regalato mio padre. La tenevo come cimelio – conclude Tonino -. Cosa auguro ai ladri? Sono macchine faticose. Auguro loro tanta fatica. Che si prendano almeno il piacere di usarle”.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium