/ Politica

Politica | 26 settembre 2022, 11:44

Anche Alba al centrodestra col 42%, Fratelli primo partito (23%). Tiene il Partito Democratico (22%), Terzo Polo sopra il 12%

Meloni avanza pure nella capitale delle Langhe, dove quattro anni fa era attestata sotto al 6%. Lega dimezzata sotto al 10%. Forza Italia all'8,7%, in calo di tre punti. Il Movimento 5 Stelle al 7,9%, contro il 22,6% di quattro anni fa

Anche Alba al centrodestra col 42%, Fratelli primo partito (23%). Tiene il Partito Democratico (22%), Terzo Polo sopra il 12%

Più misurata, rispetto al dato provinciale e regionale, l’affermazione del centrodestra sotto le torri di Alba, dove, sia alla Camera che al Senato, la corsa di Fratelli d’Italia si è fermata pochi centesimi sopra il 23%, contro un dato provinciale attestato al 30%. A colpire, come anche a livello nazionale, è il confronto col 2018, quando in città il partito di Giorgia Meloni si era attestato al 5,97%.

Sotto al 10% si sono fermate sia la Lega, attestata al 9,80% (prossimo al 13% il dato cuneese alla Camera; quattro anni fa il risultato del Carroccio alla Camera era stato del 20,98%), che Forza Italia, il cui 8,79% marca meno distanza dal risultato cuneese (9,3% nel collegio cuneese; 12,19% alle Politiche 2018).

Allo 0,64%, sempre alla Camera, Noi Moderati di Lupi, a chiudere l’elenco sul fronte di un centrodestra che ancora alla Camera ha totalizzato un 42,33% (6.493 voti) più in linea col dato nazionale (43,92%), mentre al completamento dello spoglio mancano poche centinaia di sezioni) che con quello provinciale (53,15% nel collegio cuneese). Nel 2018 la coalizione, che allora annoverava Lega, Fi, Fdi e Udc aveva conseguito il 38,98% dei voti.

Nella capitale delle Langhe il centrosinistra consegue invece un 31,58% complessivo (4.810 voti), superiore a un dato provinciale che, tra Camera e Senato, si pone a cavallo del 25%. Su questo fronte il Partito Democratico, alla Camera porta a casa 3.262 voti per il 22,32%, contro il 17,68% del collegio cuneese, sempre alla Camera e il 23,33% di quattro anni fa alla Camera. Del tutto analogo il dato al Senato.

Sia alla Camera che al Senato +Europa ha raggiunto e superato il 5%, contro il 3,68 nel collegio cuneese della Camera. Verdi e Sinistra si sono fermati tra il 3,72% della Camera e il 4% del Senato, anche qui andando meglio che nei collegi di riferimento. Impegno Civico di Luigi Di Maio ha raccolto voti tra lo 0,55% (Senato) e il 0,57% (Camera).

Superiore alla media nazionale e provinciale il risultato del Terzo Polo. Ad Alba la coalizione tra Azione e Italia Viva ha infatti portato a casa 1.205 voti alla Camera (12,48%) e 1.828 al Senato (12,01%). Quasi quattro punti sopra il dato provinciale, mentre quello nazionale è attestato sotto l’8%

Più bassi i riscontri del Movimento 5 Stelle, ad Alba forte di 1.205 voti alla Camera (7,91%) e di 1.198 al Senato (7,87%), contro l’8% circa dei rispettivi collegi provinciali e sensibilmente più basso dell’abbondante 15% conseguito a livello nazionale per i due rami del Parlamento come anche del risultato ottenuto alle passate politiche, quanto il movimento di Grillo aveva raccolto il 22,63%.

A completare l’elenco Italexit (2,46% alla Camera, con 375 voti), Italia Sovrana e Popolare (1,78% e 271 voti) e Unione Popolare (1,14% e 174 voti).

E. M.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium