/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2023, 17:44

Cuneo contro il 'cibo sintetico': il consiglio comunale (compatto) chiede il sostegno di Coldiretti

L'ordine del giorno specifico è stato presentato da tutti i gruppi consiliari: verrà dibattuto nelle serate di consiglio in programma per lunedì 30 e martedì 31 gennaio

Cuneo contro il 'cibo sintetico': il consiglio comunale (compatto) chiede il sostegno di Coldiretti

La richiesta arriva dall’intero consiglio comunale di Cuneo: la città deve farsi carico di supportare la petizione promossa da Coldiretti contro il cibo sintetico e le eventuali iniziative connesse adottando, allo stesso tempo, tutti i provvedimenti utili.

È stato presentato infatti un ordine del giorno specifico – che verrà dibattuto nelle serate di consiglio in programma per lunedì 30 e martedì 31 gennaio - , nel quale si identifica il ‘cibo sintetico’ prodotto da bioreattori come comportante un maggior consumo di acqua ed energia (e quindi non a salvaguardia dell’ambiente).

Inoltre, si legge nel testo dell’ordine del giorno, “limita la libertà dei consumatori, omologa le scelte sul cibo, favorisce gli interessi di pochi operatori, monopolizza l’offerta di cibo nel mondo, spezza lo straordinario legame che unisce cibo e natura, non tutela la salute non essendoci garanzia che i prodotti chimici usati siano sicuri per il consumo alimentare, non aiuta a perseguire gli obiettivi di giustizia sociale e può avere impatti socio-economici particolarmente pericolosi, in quanto frutto di una fascinazione ecologica che ancora non ha consentito riflessioni ben più approfondite”.

Coldiretti ha promosso la petizione contro il cibo sintetico e diverse iniziative di sensibilizzazione finalizzate a evidenziare i rischi della diffusione del ‘cibo artificiale’. Una petizione, per i consiglieri comunali, pienamente condivisibile in quanto a contenuti e modalità d’attuazione delle sue finalità; il rischio è che gli impatti omologanti di un modello produttivo distante dalle specificità territoriali locali cancelli le produzioni tipiche, distintive e tradizionali.

Il Comune è l’ente locale che rappresenta la comunità, cura gli interessi e promuove il suo sviluppo – si legge ancora - ; inoltre, è l’ente preposto in virtù del suo rapporto di prossimità con i cittadini, a garantire la salvaguardia dei diritti fondamentali della salute e della corretta alimentazione”. Da cui, ovviamente, la richiesta di un impegno deciso in questo senso.

Simone Giraudi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium