/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 08 dicembre 2023, 14:57

Per la Scuola Forestale di Ormea i primi dieci anni del progetto Erasmus Forest4Life

Un convegno a Vicenza per festeggiare insieme ad altri quindici istituti di quattro regioni italiane i primi dieci anni di mobilità studentesca all’estero

Per la Scuola Forestale di Ormea i primi dieci anni del progetto Erasmus Forest4Life

Riceviamo e pubblichiamo. 

*** 

Con il progetto Erasmus Forest4Life n. 2023 la scuola forestale di Ormea, insieme ad altre scuole forestali e agrarie di Italia, ha festeggiato i primi dieci anni di mobilità studentesca all’estero con un convegno tenuto a Vicenza il 1° dicembre scorso, promosso dall’Impresa Sociale Fortes col titolo “Greening the future: fostering sustainability through Erasmus Cooperation”.

Insieme al Consorzio Forest4Life, formato, oltre che dall’IIS “Umberto I” di Alba e dall’IIS “G. Baruffi” di Ceva, anche dall’IOS “Fanfani-Camaiti” di Pieve Santo Stefano (AR), dall’IIS “ Della Lucia” di Feltre (BL), dall’IIS “Meneghini” di Edolo (BS), dall’IIS “Rigoni Stern” di Asiago (VI), erano presenti al convegno altri due consorzi di scuole della Regione Veneto, Green Thinking ed Euroexp: in totale 16 istituti superiori di 4 regioni italiane, impegnati nella realizzazione di mobilità europea con una forte connotazione “green” e una sensibilità marcata sui temi della sostenibilità, dell’attenzione al territorio e alla cura dell’ambiente.

Dopo l’introduzione al convegno da parte del presidente dell’Impresa sociale Fortes dott. Andrea Cecchin, l’intervento iniziale è stato affidato alla dott.ssa Francesca Trani dell’INAPP che si occupa a livello nazionale di progetti di mobilità studenteschi legati alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica: sono emerse alcune indicazioni possibili per rendere sempre più “green” e sostenibili queste esperienze di lavoro e di formazione all’estero per gli studenti che si stanno avviando a una professione e agli studi universitari nel campo agrario e forestale. Vi è la necessità di accrescere la consapevolezza personale e comunitaria su questi temi e la sostenibilità deve orientare scelte operative, pratiche, personali e politiche. L’attenzione verso i cambiamenti climatici, l’utilizzo delle fonti energetiche, una nuova visione dell’industria e della produzione e infine la salvaguardia della salute di tutti e di ciascuno devono diventare centrali nel mondo della scuola e dell’educazione. 

In questo contesto i tre consorzi hanno presentato i risultati ottenuti in questi anni: in particolare nell’ambito del Forest4lLife sono state realizzate 496 mobilità Short Term dal progetto 2013 a oggi, 36 mobilità Long Term a partire dal prog. 2019 e 11 esperienze per docenti di staff “Job Shadowing” dal prog. 2020. Con l’acquisizione della Carta VET per il periodo 2021-2027 vi è la prospettiva di dare una reale continuità al progetto che ha aiutato gli alunni che vi hanno partecipato ad avere una maggior comprensione dell’internalizzazione, uno stimolo per continuare gli studi e un interesse a una maggiore professionalità e operatività nella salvaguardia e nella difesa dell’ambiente.  E’ stato sottolineato che gli Istituti del Consorzio Forest4Life sono le scuole per i ragazzi della montagna o meglio per gli studenti che amano la montagna e la vorrebbero sempre più vivibile, abitabile, sostenibile, accogliente, equilibrata: sono anche le “scuole dell’albero” che è l’elemento dal quale partire per creare una sostenibilità reale tra ambiente, natura e umanità. 

Durante il convegno sono state proposte anche alcune attività didattiche e formative nell’ambito dell’educazione finanziaria ed economica con un approfondimento da parte della Banca Etica e nell’ambito del turismo e dell’educazione ambientale con un intervento degli esperti della Cooperativa Biosphaera al fine di comprendere tutti i possibili sviluppi della sostenibilità come processo globale e complesso. 

Infine per i dirigenti presenti e i referenti degli Istituti del Consorzio Forest4Life il convegno è stato un momento privilegiato per celebrare e festeggiare i 10 anni del progetto, per condividere per un volta tutti insieme e vicini uno spazio di riflessione, di confronto e di progettazione futura.

E’ stata anche l’occasione per ringraziare alcuni dei “vecchi” referenti che erano presenti, ormai in pensione, e la direzione e tutto lo staff dell’Impresa sociale Fortes, che fin dall’inizio ha accompagnato e supportato le scuole partecipanti nella realizzazione di un progetto che è non solo un motivo di orgoglio per tutti, ma soprattutto un’opportunità unica per i nostri studenti, per la loro vita e per il loro futuro che sia sempre più buono, sano e giusto. 

 

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium