ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 12 ottobre 2015, 15:55

Meno rifiuti più benessere: l’uguaglianza algebrica della nuova campagna rifiuti Csea

Lo scopo è quello di rafforzare l’attenzione sulla raccolta differenziata per contrastare il piccolo rilassamento dei cittadini. Protagonisti attivi le persone con disabilità delle cooperative del Consorzio L’Aura

Da sinistra Madame Zorà e il mago Brondino, dietro il presidente del Consiglio comunale Andrea Momberto e il presidente Csea Fulvio Rubiolo, Aurora Rubiolo, Mattia Magra, Luca Giordano

Da sinistra Madame Zorà e il mago Brondino, dietro il presidente del Consiglio comunale Andrea Momberto e il presidente Csea Fulvio Rubiolo, Aurora Rubiolo, Mattia Magra, Luca Giordano

(- x - = + ): meno per meno uguale più. Meno sfruttamento di risorse per meno produzione rifiuti, uguale più benessere per i cittadini.

Prende a prestito questa uguaglianza algebrica lo slogan della campagna di sensibilizzazione appena avviata a Saluzzo e non solo, finanziata dallo Csea. Una campagna itinerante, ideata partendo dai ragazzi e bambini delle scuole per arrivare ai cittadini, i 150 mila degli oltre 50 comuni del  “Consorzio servizi ecologia ambiente “.

Obiettivo: "Continuare a mantenere alta l’attenzione sulla raccolta differenziata  e sul riciclo dove riscontriamo un leggero calo di alcuni punti percentuale - afferma il suo presidente Fulvio  Rubiolo -  E’ in continuità con la precedente campagna “Specie pericolose”, creata per sensibilizzare sull’abbandono dei rifiuti in montagna".

Csea ha incaricato del progetto il “Consorzio di cooperative Sociale L’A.u.r.a.” di Saluzzo e in particolare le associazioni consorziate, tra cui la Cooperativa Sociale “In Volo” di Manta. "La campagna di sensibilizzazione durerà 18 mesi - informa Mattia Magra responsabile per L’Aura -  e vede un investimento di 35 mila euro. Prevede un programma integrato di iniziative di comunicazione e sensibilizzazione mediante stand a manifestazioni ed eventi nei vari comuni e presso centri commerciali, laboratori per bambini e adulti, iniziative ambientali e  teatrali.".

Attraverso il concorso “disegna una mascotte per noi” indetto tra gli allievi delle scuole superiori sul tema sensibilizzante dell’iniziativa, si cercherà anche la mascotte del Consorzio, che ancora non la possiede.

Plus della campagna, sottolinea Aurora Rubiolo presidente di “In volo” presente in conferenza stampa con Luca Giraudo – “è il coinvolgimento nel progetto di persone con disabilità o in situazione di svantaggio. Ed è proprio  questo il punto forte e provocatorio della campagna: queste persone possono esprimere qui tutta la loro potenzialità e il loro impegno nei confronti di un obiettivo che porta benessere alla società intera”.

Nelle uscite esterne della campagna (dopo Faule, Venasca il 18 ottobre) saranno anche venduti parte dei gadget (contenitori e lattine riciclati trasformati in oggetti) realizzati dai ragazzi con disabilità in borsa lavoro con la cooperativa “Magnolie b” .

L’uguaglianza ambientale “- x - = +” la mostreranno anche le carte del mago Brondino e madame Zorà, i due artisti torinesi, reduci da successi sulle piazze (e da Italia’s got Talent) per la loro esibizione di magia con le carte. Con educatori professionali condurranno i laboratori teatrali con attività riferita al tema della cultura del riciclo. 

Da questi uscirà uno spettacolo da portare in giro nei comuni Csea, dalla prossima primavera.  

La campagna dovrebbe contrastare il rilassamento sulla raccolta differenziata nell’ultimo anno. “Un leggero calo fisiologico, per cui è necessario rafforzare l’attenzione -  segnala il presidente Csea Fulvio Rubiolo -. La percentuale media del 2014 è di 55,12 per cento, collocata tra le punte massime dei comuni virtuosi, oltre il 74 per cento di Piasco e le punte minime dei comuni montani, soprattutto quelli con molto afflusso turistico, nei periodi estivi, che fanno registrare grossi conferimenti di rifiuti."

Negli anni precedenti la campagna “Specie Pericolose” sensibilizzava soprattutto chi fa trekking sulla pulizia dei sentieri alpini, con gazebo ai punti di accesso agli stessi.

Anche Saluzzo fa registrare un leggero calo nella raccolta differenziata di due o tre punti  percentuale. "Oltre ad un rilassamento dei cittadini, questo è dovuto anche alla presenza massiccia, per mesi, dei migranti al Foro Boario, dove differenziare diventa molto complicato".

 

Vilma Brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium