/ Attualità

Attualità | 22 maggio 2020, 17:52

Mauro Gola è il nuovo presidente della Camera di Commercio di Cuneo

È stato eletto oggi pomeriggio dal nuovo consiglio camerale. “Sento forte il peso della responsabilità – ha detto - ma il timore non può e non deve paralizzarci”. Il saluto-commiato di Ferruccio Dardanello ai nuovi amministratori: “Date una carezza a questa terra in questo momento così drammatico”

Mauro Gola

Mauro Gola

Come da previsioni, Mauro Gola è stato eletto nuovo presidente della Camera di Commercio di Cuneo. Leader degli industriali cuneesi, Gola raccoglie il testimone da Ferruccio Dardanello.

Un’elezione – ha evidenziato Dardanello a proposito della modalità di investitura di Gola – avvenuta non per acclamazione, ma all’unanimità e a scrutinio segreto, come prevede il nostro regolamento”. Una sola scheda bianca, infatti, al termine dello spoglio, quella del diretto interessato.

  

In collegamento da Torino il presidente della Regione Alberto Cirio, il quale ha ringraziato Dardanello per “aver messo testa, cuore e gambe in questi 27 anni trascorsi alla guida dell’ente camerale” e ha formulato i suoi auguri al nuovo presidente e al nuovo consiglio.

Dardanello, dal canto suo, si è messo a disposizione dei nuovi amministratori e, scherzosamente, ha affermato: “la mia ombra continuerà ad aleggiare nei locali di via Emanuele Filiberto”. Poi, come si addice ad un patriarca, ha esortato i nuovi amministratori a fare e a sognare. Evocando indirettamente la celeberrima espressione del Papa Buono, ha affidato loro un compito: “Date una carezza a questa nostra amata terra in questo momento di grande sofferenza”.

Anche il sindaco di Cuneo, Federico Borgna, presente fisicamente all’insediamento, ha rivolto il suo augurio quasi a sdrammatizzare il difficile compito che attende Gola e i nuovi amministratori per il prossimo quinquennio. “Finalmente un bianconero – ha detto riferendosi alla fede calcistica del nuovo presidente – perché non se ne poteva più dei granata. E’ un testimone pesante quello che ricevi – ha detto riferendosi a Gola – in un momento drammaticamente complesso che richiede capacità e lungimiranza”.

Il neopresidente, dal canto suo, ha evidenziato la compattezza del mondo produttivo della Granda. “Hanno vinto la compattezza e la coesione del mondo economico della nostra provincia, valori – ha affermato – che saranno fondamentali per le sfide che abbiamo dinanzi. Sento forte il peso della responsabilità - ha detto – non dissimile da quella vissero i padri di questo ente il 21 luglio del 1945, all’indomani della tragedia bellica, ma il timore non può paralizzarci, deve anzi spronarci a guardare con determinazione ad una nuova fase di sviluppo. La Camera di Commercio – ha aggiunto – sarà una casa aperta in cui i rapporti con le istituzioni, il coraggio dell’innovazione e la capacità progettuale saranno cruciali per affrontare la difficile fase che abbiamo davanti”.

Gola, dopo aver rimarcato, l’importanza delle infrastrutture, da sempre palla al piede per il Cuneese, ha ricordato il valore dei “corpi intermedi”, quali elementi di raccordo coi vari livelli istituzionali. La nuova giunta camerale verrà decisa nei prossimi giorni ed eletta in una successiva seduta di consiglio. Gola vuole accanto a sé, nell’esecutivo, i presidenti delle varie associazioni per ribadire, in una sorta di immagine plastica ma anche operativamente, lo spirito di coesione che l’emergenza richiede.

Per il momento si sa soltanto di due vicepresidenti: Luca Chiapella (Confcommercio) e Luca Crosetto (Confartigianato). Il primo con funzioni di “vicario”. A questi potrebbe aggiungersene un terzo verosimilmente espressione del mondo agricolo.   

- IL NUOVO CONSIGLIO

In rappresentanza del settore Agricoltura 

Michele Mellano, Fabiano Porcu e Monia Rullo (designati da Federazione Provinciale Coldiretti Cuneo) 

In rappresentanza del settore Industria 

Alberto Biraghi, Elena Lovera, Amilcare Merlo, Egle Sebaste (designati da Confindustria Cuneo - Unione Industriale della Provincia)

In rappresentanza del settore Artigianato

Luca Crosetto, Francesca Nota, Bruno Tardivo (designati da Confartigianato Imprese – Associazione Artigiani della Provincia) 

Patrizia Dalmasso (designata dall’apparentamento tra CNA Cuneo – Associazione Territoriale di Cuneo e Associazione Autonoma Panificatori della Provincia di Cuneo e Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia) 

In rappresentanza del settore Commercio 

Luciana Bonetto, Luca Chiapella, Agostino Gribaudo (designati da Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Cuneo 

In rappresentanza del settore Trasporti e Spedizioni 

Enrico Carpani (designato dall’apparentamento tra Confartigianato Imprese - Associazione Artigiani della Provincia di Cuneo e Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Cuneo e Astra Cuneo - Associazione Trasportatori e Confindustria Cuneo - Unione Industriale della Provincia)

In rappresentanza del settore Turismo 

Giorgio Chiesa (designato dall’apparentamento tra Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Cuneo e Confindustria Cuneo - Unione Industriale della Provincia)

In rappresentanza del settore Credito e Assicurazioni 

Sergio Marro (designato dall’apparentamento tra ABI - Associazione bancaria Italiana e ANIA - Associazione Nazionale fra le imprese Assicuratrici)

In rappresentanza del settore Società in forma cooperativa 

Alessandro Durando (designato dall’apparentamento tra Confcooperative Cuneo e Legacoop Piemonte) 

In rappresentanza del settore Servizi alle imprese 

Valentina Dogliani, Mauro Gola, Sergio Vacchetti (designati dall’apparentamento tra CONFCOMMERCIO Imprese per l'Italia Provincia di Cuneo e Confindustria Cuneo - Unione Industriale della Provincia)

In rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali 

Roberto Pignatta (designato da CGIL Camera del Lavoro Territoriale di Cuneo) 

In rappresentanza delle Associazioni dei Consumatori 

Stefano Ristorto (designato da Comitato Difesa Consumatori Sezione Provinciale di Cuneo) 

In rappresentanza dei liberi professionisti 

Giovanni Collino (designato dai Presidenti degli ordini professionali di Cuneo)  

Nel decreto del Presidente della Giunta regionale Alberto Cirio si puntualizza che “viene rinviato a successivo provvedimento la nomina del consigliere del settore dell’Agricoltura non ancora designato, una volta individuata l’organizzazione maggiormente rappresentativa a conclusione dei controlli sui dati attualmente non ancora definitivi delle organizzazioni concorrenti per l’assegnazione di tale ultimo seggio”. 

E ancora che “avverso il presente decreto è ammesso ricorso giurisdizionale avanti al Tar entro 60 giorni dalla data di comunicazione o piena conoscenza dell’atto, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni dalla suddetta data, ovvero l’azione innanzi al Giudice Ordinario, per tutelare un diritto soggettivo, entro il termine prescritto dal Codice civile”.

GpT

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium