/ Cronaca

Cronaca | 12 giugno 2020, 12:43

Cuneo, spacciavano cocaina nel centro storico e in corso Giolitti: doppio arresto della polizia

Coinvolti due uomini, classe '60 e '81, pizzicati dopo una serie di controlli su strada; portato anche a termine dalla Squadra Mobile un ordine di carcerazione per violenza sessuale nei confronti di un 52enne

Foto generica

Foto generica

Sono due gli arresti portati a compimento a cavallo tra maggio e giugno dalla Squadra Mobile della polizia di Cuneo, nel corso dell’attività a contrasto dello spaccio di droga nelle zone del centro storico e di corso Giolitti.

In entrambi i casi si tratta di uomini italiani. Il primo, P.E., classe 1981 e con precedenti, è stato colto in flagranza di reato in una delle vie parallele al corso – zona negli ultimi anni particolarmente “calda” per quanto riguarda la sicurezza – mentre stava vendendo 1 grammo di cocaina a un altro uomo italiano alla guida della sua macchina (quest’ultimo è stato a sua volta sanzionato, segnalato e fatto oggetto del ritiro del mezzo). L’attività degli agenti della Mobile è poi continuata nell’abitazione dell’uomo, nella quale sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e molta strumentazione atta allo spaccio, oltre a circa altri 10 grammi di cocaina nascosta nell’intercapedine di una porta.

L’arresto è stato successivamente convalidato e P.E. si è trovato oggetto di una misura di obbligo di dimora.

Il secondo arresto ha visto protagonista T.L., classe 1960 con precedenti specifici, protagonista di diversi controlli su strada documentati con alcuni dei soggetti che bivaccano abitualmente nella zona di corso Giolitti. Gli agenti sono intervenuti  nei pressi del centro storico della città, trovandolo in possesso di un totale di 10 grammi di cocaina già confezionata e pronta alla vendita, che l’uomo aveva nascosto (interrandola) in un’area verde vicina a un passaggio pubblico.

La Squadra Mobile ha portato a termine, nell’ambito del contrasto allo spaccio di droga, diversi interventi importanti negli ultimi anni, sia a livello di grandi numeri che di controllo del piccolo spaccio. E’ importante sottolinearlo: a fronte del senso di sicurezza percepito dalla popolazione, la sicurezza concreta e reale viene affrontata con assoluta serietà da parte delle varie sezioni” ha voluto specificare il dirigente Pietro Nen in un incontro in Questura avvenuto nella mattinata di oggi (venerdì 12 giugno), nel quale oltre a dare notizia dei due arresti indicati, ha anche sottolineato l’intervento dei suoi uomini per l’esecuzione di un ordine di carcerazione nei confronti di un 52enne cuneese italiano condannato a 5 anni e 10 mesi di carcere per violenza sessuale ai danni della compagna.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium