/ Eventi

Eventi | 15 luglio 2020, 18:35

Storie e glorie d'Occitania nelle canzoni di Sergio Berardo: Occit’amo arriva in valle Maira per il secondo fine settimana

Programma dal 17 al 19 luglio a Celle Marcra, San Damiano e Canosio Teres Aoutes String Band e Lou Pitakass in concerto. Ingresso gratuito. Aperte le prenotazioni obbligatorie e prevendite on line

Immagine della Valle Maira

Immagine della Valle Maira

Occit’Amo arriva in Val Maira per il secondo fine settimana da venerdì 17 luglio.

L’appuntamento è per le 21.30 in Borgata Chiesa di Celle Macra sotto la tensostruttura  della piazzetta del comune. Protagonisti della serata Sergio Berardo anima dei Lou Dalfin, con i Cavaliers, Gigants e la Beata.

In programma storie e glorie d'Occitania nelle canzoni di Berardo con Carlo Revello (basso). Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito www.occitamo.it

Berardo presenta in questa occasione le sue canzoni in versione più intima e minimale accompagnandosi con ghironda, chitarra armonica, organetto, cornamusa, ukulele e loop station (le canzoni che di solito suona con la formazione dei Lou Dalfin e Gran Bal Dub). A fargli da spalla, il bassista dei Lou Dalfin Carlo Revello.

Una serata in cui il pubblico si immergerà in una atmosfera di emozioni d’altri tempi, ascolterà storie cantate, quasi raccontate, con protagonisti una galleria di personaggi. Storie di suonatori ambulanti, di cavalieri, della moglie del re, di ragazze, banditi e corsari, di coscritti e di guerra, storia delle genti occitane. L’emozioni e atmosfere con riferimenti poetici e letterari.

Torna il tema del mare che per coloro che sono lontani dal mare è quasi un mito e un miraggio (come cantava Paolo Conte e come scriveva Cesare Pavese, dei ragazzi che la domenica mattina dopo la notte di festa andavano a prendere il caffè a Savona).

Sergio Berardo propone un concerto in una formula meno esplosiva del solito (pur mantenendo quello spirito), ma in formula strumentale anche e più intima.

Prima volta per questo spettacolo, che porterà poi in giro.

Il programma continua sabato 18 luglio alle 17 a San Damiano Macra (Struttura polivalente) Destacha la dança Stage danza con Daniela Mandrile. Obbligatoria la prenotazione al +39 3397950104 .

Nella  (Locanda “Il campo della quercia”) “Profumo delle erbe officinali” Le essenze del territorio, vincitore di uno dei due trofei della riserva della biosfera transfrontaliera del Monviso. Presentato da Laboratorio Euphytos.Iscrizione obbligatoria – prenotare al numero +393291480685 o alla mail info@laboratorioeuphytos.it 

Alle 21.30 sempre a San Damiano Macra (Piazzetta Comunità montana, via Torretta 9) Teres Aoutes String Band. La Teres Aoutes String Band nasce da un’idea di Mario Poletti, mandolinista ben noto per la sua intensa attività artistica con i Lou Dalfin, e Fabrizio Carletto, bassista con alle spalle una lunga esperienza non solo in ambito trad ma anche al fianco di artisti come Michele Gazich e Massimo Priviero, i quali hanno unito le forze con Diana Imbrea (violino) e Oreste Garello (chitarra) per dar vita ad un originale progetto musicale volto a rileggere i canti e le danze della tradizione musicale delle Alpi Occidentali, esaltando le potenzialità espressive degli strumenti a corde.

Dopo aver rodato dal vivo il repertorio, il gruppo ha recentemente dato alle stampe il suo album di debutto “Lo rock’n roll de la moutagna” nel quale si coglie non solo tutta l’energia e l’intensità dei loro live act, ma anche la loro capacità di reinterpretare i suoni e le melodie popolari, attraverso una cifra stilistica contemporanea nella quale si intrecciano roots-rock e folk anglosassone. Ingresso gratuito.

Obbligatoria la prenotazione sul sito www.occitamo.it 

Domenica 19 luglio alle 16 a Canosio (Piazza del Comune): “La musica occitana apre l’incontro letterario con Enrico Camanni in collaborazione con il Festival borgate dal vivo.

Enrico Camanni, nato a Torino nel 1957, è approdato al giornalismo attraverso l’alpinismo. È stato caporedattore della Rivista della Montagna e fondatore-direttore del mensile “Alp” e della rivista semestrale internazionale “L’Alpe”.

Ha scritto molti libri sulla storia e la letteratura delle Alpi e dell’alpinismo (tra cui “La nuova vita delle Alpi”, Bollati Boringhieri 2002, “Alpi ribelli”, Laterza 2016, “Storia delle Alpi”, Biblioteca dell’Immagine 2017) e sette romanzi ambientati in diversi periodi storici. L’ultimo è “Una coperta di neve” (Mondadori 2020). Si è dedicato ai progetti espositivi con la direzione scientifica del “Museo delle Alpi” al Forte di Bard, del museo interattivo del Forte di Vinadio e del rinnovato Museo della Montagna di Torino.

È presidente di Sweet Mountains. (www.enricocamanni.it)   Con i Lou Pitakass: Luca Declementi (organetto, fifre, cornamusa e voce), Davide Bagnis (batteria), Loris Giraudo (organetto e ghironda), Daniele Mauro (basso elettrico), Gabriele Arnaudo (organetto) I Pitakass sono un gruppo di ragazzi da 16 ai 19 anni nato nella primavera del 2012 che fa musica tradizionale occitana, con rivisitazione personale del repertorio. Il gruppo, nato su un progetto di Sergio Berardo con lo scopo di riunire ragazzi di posti ed esperienze diversi, con la comune passione per questo genere di musica, ha all’attivo più di cento concerti, presentati in varie manifestazioni nelle Valados.

Ingresso gratuito. Obbligatoria la prenotazione sul sito www.borgatedalvivo.it  

Per garantire la partecipazione nel rispetto delle normative vigenti, una parte degli appuntamenti sarà su prenotazione. Tutte le informazioni, il calendario del festival e le modalità di prenotazione si trovano sempre aggiornate sul sito www.occitamo.it e sui profili social.

vilma brignone

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium