/ Attualità

Attualità | 06 agosto 2020, 07:30

Sarà Gaetano Miccichè il nuovo amministratore delegato di Ubi

Toccherà a lui traghettare il gruppo in Intesa e gestire la trattativa sindacale che si avvierà dopo la pausa d’agosto. Col senno di poi risulta di più facile comprensione la visita fatta insieme a Fabrizio Palenzona, un paio di mesi fa, ai sindaci di Cuneo, Alba e Mondovì. Il riordino della rete bancaria cuneese (con tutto quel che ne deriverà) è nelle sue mani

Gaetano Miccichè

Gaetano Miccichè

Dopo il passo indietro (scontato) di Victor Massiah, dopo che l’Opas lanciata da Intesa si è conclusa con un’adesione che ha superato il 90%, la reggenza è stata affidata temporaneamente (come da statuto) al direttore generale vicario Elio Sonnino.

Ma oggi, 6 agosto, dovrebbe insediarsi il nuovo amministratore delegato di Ubi, designato da Banca Intesa, che – salvo improbabili sorprese – sarà Gaetano Miccichè, già direttore generale di Intesa San Paolo, attuale presidente di Banca Imi, ex presidente della Lega Calcio Serie A e vice presidente Figc. È a lui, infatti, che il capo supremo di Intesa, Carlo Messina, vuole affidare il ruolo di traghettatore.

In giornata il cda dovrebbe pronunciarsi in questo senso, anche perché l’assist di Messina rappresenta qualcosa di più di una semplice indicazione. Sarà dunque Miccichè a gestire la trattativa che riguarda il personale ex Ubi e la cessione dei 532 sportelli a Bper. Una trattativa sindacale che toccherà da vicino il Cuneese dove tra i dipendenti ex Ubi c’è ansia di conoscere le determinazioni del nuovo corso.

Col senno di poi, oggi risulta più facile capire la ratio della “misteriosa” visita da lui fatta un paio di mesi fa, insieme all’altro big della finanza, Fabrizio Palenzona, ai sindaci di Cuneo, Alba e Mondovì. A pensar male – sosteneva il Divo Giulio – si fa peccato ma non si sbaglia quasi mai.

Sulla scorta di questa massima, ci permettiamo di osservare che quell’incontro con Borgna, Bo e Adriano, Miccichè lo aveva effettuato da amministratore delegato in pectore, nelle settimane in cui, l’ancora imperante Massiah, tentava di organizzare un’impossibile resistenza.

Sarebbe interessante, prima di ulteriori eventi, che i tre sindaci rendessero noti i progetti che certamente in quell’occasione (almeno in linea di massima) sono stati loro illustrati. Oltre agli aspetti occupazionali e ai trasferimenti, il territorio avrebbe il legittimo diritto di sapere come s’intende procedere per ridisegnare la rete bancaria nel Nord Ovest. Con gli annessi e i connessi che ciò implica.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium