/ Attualità

Attualità | 11 agosto 2020, 17:06

New look d'alta quota per il Rifugio Ellena Soria

Una innovativa facciata esterna grazie al contributo della ditta Tomatis Lamiere di Cuneo e del CAI di Cuneo. Il gestore Bacani "Vedo la felicità negli occhi degli escursionisti quando arrivano al rifugio ed entusiasti si scattano i selfie"

New look d'alta quota per il Rifugio Ellena Soria

In barba al momento non facile per l'ospitalità a causa delle restrizioni in corso che costringono le strutture ricettive a lavorare con la metà dei posti letto e dei pasti c'è chi in alta montagna con spirito di ottismo dà una svolta all'immagine della struttura alpina.

Si tratta del Rifugio Ellena Soria (1840 m) nel comune di Entracque in Valle Gesso nel Parco Naturale delle Alpi Marittime che nella giornata di domenica 9 agosto ha festeggiato il restyling della facciata esterna.

Un progetto pensato nel 2018 dal CAI di Cuneo rimasto in sospeso per mancanze di risorse che si è potuto realizzare quest'anno grazie al contributo della ditta Tomatis Lamiere S.r.l. di Cuneo. La famiglia Tomatis ha voluto donare i fondi per il restyling della struttura alpina nel ricordo del padre Vittorio (grande appassionato di montagna e socio fondatore dell'attività edile) e di Ernestina Pecollo. La ristrutturazione é stata possibile anche grazie ad un sostegno del CAI di Cuneo. 

La musica del cantante polistrumentale bovesano "Peluk" Luca Pellegrino ha fatto da sfondo all'inaugurazione alla presenza dei vertici del CAI di Cuneo e del Parco Naturale delle Alpi Marittime,  del figlio di "Dado" Soria (Cesare) e di tantissimi escursionisti. Nel corso della giornata tre pittori cuneesi: Lorenzo Caula, Stefano Barale, Raffaele Caneto hanno dipinto su tela alcuni scorci del rifugio. Le opere sono ora esposte all'intero del rifugio. Inoltre il gruppo MTB del CAI di Cuneo ha organizzato una salita in mountain bike al rifugio alla quale hanno partecipato numerosi bikers. 

Il gestore del rifugio Mary Bacani "Sono davvero soddisfatta di questo intervento per l'impatto innovativo che il nuovo look d'alta quota genera sulla montagna. Vedo la felicità negli occhi degli escursionisti quando arrivano al rifugio ed entusiasti si scattano i selfie davanti alla nuova facciata". 

Il vice presidente CAI di Cuneo, Greta Morandi "Ci auspichiamo che questo sia l'inizio di una collaborazione tra amanti e appassionati di montagna per cercare di mantenere le strutture a norma. Con tutte le normative che ci sono si fa fatica ad adeguare tutti i rifugi. E' cambiato l'alpinismo e l'accessibilità in montagna, tutte le persone si aspettano strutture ricettive alpine di qualità. Un servizio che è giusto dare". 

Tiziana Fantino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium