/ Cronaca

Cronaca | 30 settembre 2020, 16:11

Abbandonò quattro cuccioli in un sacco di plastica, confermato il risarcimento dalla Corte d'appello

Si conclude la vicenda che nel 2012 coinvolse due coniugi di Ormea

Foto generica

Foto generica

Avevano abbandonato i quattro cuccioli della loro cagnetta chiudendoli dentro un paio di sacchi di plastica. Se ne salvò soltanto uno, che venne soccorso da una volontaria della LIDA che sentì i guaiti.

Si conclude la vicenda che nel 2012 coinvolse due coniugi di Ormea. L’allora tribunale di Mondovì, oggi tribunale di Cuneo, condannò il marito dell’allevatrice, per aver ucciso una cucciolata di cani chiudendoli in un sacchetto ancora vivi, a 4 mesi di reclusione ed al risarcimento del danno alle associazioni animaliste costituite parti civili.

“La Corte di appello di Torino ha confermato le statuizioni civili che hanno comportato la condanna al risarcimento a favore della LIDA Carrù Mondovì Ceva e della LEAL in relazione alla terribile vicenda che coinvolse, anni fa, due allevatori di Ormea. Ringraziamo lo studio legale Bassino che ha seguito per noi, tutta la procedura” – scrivono dalla LIDA.

 

AP

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium