/ Attualità

Attualità | 22 giugno 2021, 11:03

Vandali in azione a 2000 metri di quota: presa di mira la baita comunale di borgata Siteita, a Marmora

La ristrutturazione, in legno e pietra, era terminata la scorsa estate con una spesa di circa 200 mila euro. Un gesto che ha fatto male alla comunità, come evidenzia il sindaco Giorgio Reviglio

Vandali in azione a 2000 metri di quota: presa di mira la baita comunale di borgata Siteita, a Marmora

"Sono fuori di testa, ma noi siamo diversi da loro": commenta con una battuta che parafrasa la notissima canzone dei Maneskin, il sindaco di Marmora Giorgio Reviglio, l'atto vandalico contro una baita comunale, a poco più di 2000 metri di quota. 

Ristrutturata in legno e pietra - la fine dei lavori risale alla scorsa estate - per una spesa di circa 200mila euro a carico del Comune, la casa ogni 10 anni viene assegnata con un bando ad un margaro che porta gli animali in quota, ne fa la sua casa e il suo caseificio.

E' l'ultima baita di borgata Siteita, sulla strada che porta al Colle di Esischie, nella zona conosciuta come Alpe Valanghe.

I fatti risalgono alla scorsa settimana. "E' un vero e proprio chalet. Resta chiusa per la maggior parte dell'anno, apre da luglio ad uso del margaro. Abbiamo dei sospetti sull'autore del brutto gesto, ovviamente. E' stato fatto contro il Comune, perché salire lassù muniti di bombolette è qualcosa di intenzionale e mirato. Per fortuna siamo assicurati contro gli atti vandalici. Il danno è importante, probabilmente dovremo far intervenire una ditta specializzata".

bsimonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium