/ Attualità

Attualità | 13 luglio 2021, 10:40

Cuneo, via al restyling del viale degli Angeli: "Madonna delle Grazie aspetta ancora gli interventi promessi"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la segnalazione di una nostra lettrice

Foto generica

Foto generica

Gentile direttore,
leggo che dal 14 luglio partiranno ulteriori lavori di riqualificazione del Viale degli Angeli. Certo noi frazionisti sappiamo bene che tutto si concentra nella nuova riqualificazione dell’ex piazza d’Armi e siamo anche consapevoli che tutto ciò porterà notevole giovamento a tutta l’area urbana... ma non possiamo non notare che veniamo sempre lasciati indietro: d’altronde a chi interessa una scampagnata nel Parco Fluviale, proseguendo per Castelletto Stura, se non ai poveri diavoli che li intorno abitano?

Per tutelare la sicurezza dei nostri figli abbiamo richiesto per anni la sistemazione dei dossi in via Castelletto Stura e dove ne servivano due (uno esattamente all’altezza di via Monforte) per impedire ai “piloti” di riprendere velocità superato il primo dosso, ne è stato sistemato solo uno. Ringraziamo l’amministrazione, ma ci chiediamo se questo era il contentino per tenerci tranquilli, fintanto che l’altipiano non fosse stato rimesso del tutto a nuovo.

La zona del San Paolo è stata completamente ridipinta con slalom improbabili per evitare incidenti, sono state installate fontanine nuove per il viale degli Angeli (di cui si sentiva una profonda necessità, essendocene già due in nemmeno un km di strada), ma intanto il marciapiede che collega il tratto residenziale di Madonna delle Grazie lungo via Castelletto Stura ogni anno che passa è sempre più stretto e distrutto. La neve, la pioggia, magari anche i mezzi spalaneve hanno distrutto completamente il cordolo; per raggiungere la farmacia arrivando da sud c’è un marciapiede largo circa 30 cm, che non si può percorrere se non stando in fila e, se incontri qualcuno, è come nel Far West: chi cede per primo scende in strada di fianco alle auto che sfrecciano.

Ci è stato millantato dall'amministrazione un meraviglioso progetto di adeguamento con pista ciclabile, panchine e chissà quale altra meraviglia, il tutto puramente sul piano ipotetico, poiché se l’Europa non rilascia soldi, Madonna delle Grazie si terrà il suo piccolo e impercorribile marciapiede.

Ci viene da pensare che, forse, ci stiamo rivolgendo all’amministrazione sbagliata. Forse dovremmo rivolgerci alla Von der Leyen perché elemosini qualche spicciolo per rifare il cordolo del marciapiede, e magari allargarlo di qualche centimetro per non passarci sopra come al circo. La nostra amministrazione comunale, è ormai chiaro, non ha soldi per la manutenzione ordinaria.

Anche lasciando da parte i sogni di gloria di piste ciclabili che sappiamo mai si realizzeranno, veder sostituite le fontane del Viale prima che del ripristino del nostro marciapiede, che l’incuria dell’amministrazione e le intemperie hanno distrutto, lascia un grande amaro in bocca. Come al solito l’altipiano viene prima di tutti e le frazioni dovranno sperare in qualche elemosina da Bruxelles, anche per vedere realizzata la semplice manutenzione ordinaria pagata con le tasse dei cittadini. Che estrema tristezza.

Grazie,

Lettera firmata

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium