/ Attualità

Attualità | 26 luglio 2021, 16:36

Il generale Figliuolo a Frabosa Sottana per il progetto "Montagne Covid Free". Sulla scuola:"Dobbiamo ripartire in presenza"[FOTO E VIDEO]

L'obiettivo del commissario straordinario per l'emergenza Covid è di raggiungere il 60% dei vaccinati per i ragazzi dai 12 ai 19 anni

Il generale Figliuolo a Frabosa Sottana per il progetto "Montagne Covid Free". Sulla scuola:"Dobbiamo ripartire in presenza"[FOTO E VIDEO]

Il generale Francesco Paolo Figliuolo questa mattina, lunedì 26 luglio, ha fatto tappa a Frabosa Sottana, al Gala Palace, per tracciare un bilancio del progetto "Montagne Covid Free", avviato alcuni mesi fa in Piemonte. 

Ad accogliere il commissario straordinario per l'Emergenza Covid e i vertici della Regione Piemonte, il sindaco Adriano Bertolino che al generale ha consegnato la prima "castagna d'oro" del 2021, come "simbolo di gratitudine di un intero territorio per il contributo alla campagna vaccinale e la particolare attenzione per le terre di montagna. Un impegno che gli varrà per sempre il nostro grazie".

Una storia, quella dell'ufficiale degli Alpini, legata anche alla nostra provincia dove, ha trascorso diversi anni della sua carriera.

"Nel 1985 venni assegnato a Saluzzo, in questi luoghi mi sento di casa – ha ricordato –. Poi ho comandato sia il Battaglione che il Reggimento di Fossano, quindi la Granda è sempre nel mio cuore. Non posso che ringraziare tutti quelli che hanno lavorato nei centri vaccinali, il personale sanitario, amministrativo e tutte le associazioni di volontari".

Le statistiche dicono che i numeri del Piemonte sono buoni, la campagna vaccinale procede centrando tutti gli obiettivi che erano stati prefissati.

"I numeri parlano chiaro – ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio –. Dobbiamo affidarci alla scienza e proseguire con la campagna vaccinale, solo così riusciremo finalmente a tornare alla normalità".

"Abbiamo raggiunto media 40mila vaccinazioni al giorno, con una potenzialità che può raddoppiare in proporzione alla disponibilità di vaccini – ha spiegato l'assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi -. L'adesione fa ben sperare per la riapertura delle scuole. Dobbiamo continuare su questa strada e siamo certi che il generale Figliuolo continuerà a darci il suo sostegno anche con la consegna dei vaccini".

"La scuola deve ripartire in presenza – ha proseguito il generale –. Dobbiamo arrivare alla prima decade di settembre col 60% di giovani vaccinati (nella fascia dai 12 ai 19 anni, ndr), prerequisito per poter essere in presenza, poi ovviamente il Comitato Tecnico Scientifico, a seconda della situazione pandemica, valuterà quali indicazioni dare (mascherine, distanziamento etc)".

Al termine dell'incontro, cui hanno preso parte i rappresentanti della Regione Piemonte, della Provincia, dei Comuni della Granda e delle associazioni locali, il generale Figliuolo è stato ospite a Prato Nevoso. 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium