ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 19 gennaio 2022, 12:22

"A Cuneo masochistico consumo di suolo: chiediamo una revisione del PRG ipertrofico e sovradimensionato"

Le associazioni ambientaliste locali scrivono commentando la variante parziale 13 al PRG, che contiene gli interventi nelle aree ex-Auchan ed ex-ENEL

Il Comune di Cuneo

Il Comune di Cuneo

Le associazioni ambientaliste di Cuneo dicono 'no' alla variante parziale 31 del PRG, che si propone di concretizzare 70 modifiche di varia entità all'assetto della città e che - nell'ultimo consiglio comunale del 2021 - ha visto l'approvazione del progetto preliminare comprensivo del documento tecnico per la verifica di assoggettabilità alla VAS.

A spiccare prepotentemente nel novero di interventi presentati nella variante, le modifiche relative alla realizzazione di un grande centro sportivo polivalente di 77.000 metri quadri nell'area del centro commerciale ex-Auchan e quella della trasformazione dell'area ex-ENEL a destinazione terziaria per una superficie di circa 56.000 metri quadri.

"Su queste aree si abbatterà un ulteriore notevole e inaccettabile consumo di suolo, risorsa di importanza basilare come abbiamo già più volte avuto modo di rimarcare, anche nell’ottica della lotta al cambiamento climatico, senza contare gli altri innumerevoli servizi ecosistemici che il suolo ci fornisce" si legge nella lettera redatta dalle associazioni ambientaliste.

"Anche ARPA, nella relazione in risposta alla richiesta di competenza, sottolinea più volte e in modo molto puntuale e circostanziato, la criticità del consumo di suolo e conclude con la richiesta di assoggettamento della variante alla successiva fase di Valutazione Ambientale Strategica. Richiesta che condividiamo, assolutamente logica, data la portata delle modifiche territoriali previste".

"Ma la cosa ancora più logica e seria sarebbe una completa revisione del Piano Regolatore Generale che ponga veramente fine al masochistico e tragico consumo di suolo - concludono gli scriventi - . Un PRG nel quale, a questo punto, risultano praticamente due Cittadelle dello Sport (la prima prevista fin dall’inizio presso il palazzetto dello Sport) con la “gentile concessione” a privati sull’area “Auchan” ora a destinazione agricola. Un PRG enormemente sovradimensionato, con previsione di capacità insediativa residenziale pari a 69.785 abitanti e un’offerta nuova di 15.217 a fronte di una popolazione che da 40 anni oscilla sui 57.000 abitanti".

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium