/ Attualità

Attualità | 27 maggio 2022, 19:22

Il dottor Corrado Lauro lascia il Santa Croce di Cuneo per un incarico all'IRCC di Candiolo: "Scelta difficile, ma occasione per continuare ad imparare"

L'annuncio in un post su Facebook al quale hanno fatto seguito oltre 400 commenti di ringraziamento ed incoraggiamento. Lui: "Un addio? Più un arrivederci"

Il dottor Corrado Lauro lascia l'ospedale Santa Croce di Cuneo per un importante incarico a Candiolo

Il dottor Corrado Lauro lascia l'ospedale Santa Croce di Cuneo per un importante incarico a Candiolo

Una marea di like ed oltre 400 commenti al post pubblicato sul suo profilo Facebook dal dottor Corrado Lauro, chirurgo dell’ospedale Santa Croce di Cuneo che lascia il nosocomio cuneese dopo 30 anni di attività ad alto livello nel campo della senologia.

Il dottor Lauro è stato chiamato infatti a far parte dello staff medico del centro oncologico IRCC di Candiolo, che tra pochi giorni entrerà nella top ten dei migliori centri di ricerca e cura d’Europa: “Mi hanno chiamato alla fine dello scorso anno per un colloquio – ci spiega con semplicità e cortesia il dottor Lauro – proponendomi di assumere la qualità di responsabile del day surgery oncologico dell’Istituito”

Il cosiddetto “ricovero breve”, che rappresenta la modalità clinico-organizzativa per effettuare interventi chirurgici o procedure diagnostiche e terapeutiche invasive, in regime di ricovero limitato alle sole ore del giorno, in anestesia generale, loco-regionale o locale.

“A Candiolo farò quello che ho fatto a Cuneo per 30 anni, occupandomi di tumore alla mammella e problemi legati alla tiroide”, aggiunge il dott. Lauro, che spiega poi come la sua non sia stata una decisione semplice da prendere: ”Ho tentennato, è vero. Ho anche provato a chiedere un’aspettativa, che però non mi spettava. La direzione ed anche i colleghi, ai quali sono molto riconoscente, hanno tentato in tutti i modi di venirmi incontro. Alla fine ho deciso che quella di Candiolo era la classica “occasione” da non perdere".

Un addio il suo? "Non la vedo così, direi piuttosto un arrivederci”.

La spinta che ha convinto il dottor Lauro ad accettare la proposta dell'IRCC è stata la sua continua voglia di apprendere:  “Confrontarmi con professionisti al top nella chirurgia di regione, dai quali non ho altro che da imparare, è stato uno stimolo grandissimo”.

Poi ci scherza su: “Nel 2030, se ci arriverò, lascerò il mondo del lavoro ed in questo decennio che mi separa dalla pensione mi aspetto di crescere ancora tanto professionalmente. Voglio continuare ad imparare affinché tutto ciò serva quale ricaduta sugli utenti. In fondo è il vero scopo di ogni singola professione”.

L’ultimo pensiero lo rivolge all'ospedale dove ha lavorato per quasi trent'anni: "Quello di Cuneo era, è e rimarrà uno dei migliori ospedali italiani, per me una seconda famiglia”. Infine un invito, rivolto a tutti: “Se avrete bisogno, saprete dove trovarmi”.

Come detto, sono stati oltre 400 i commenti al suo post.

La signora Monica scrive: “Purtroppo perdiamo un valido professionista, una persona con valori e doti, umane ed empatiche, che ormai sono sempre più rare”, seguita dalla signora Emilia che ringrazia il dottor Lauro: “Spero di cuore di non aver più bisogno delle sue cure, ma in caso saprò dove trovarla”. La signora Raffaella: “Buon lavoro Dottore dal cuore grande!”.

Ma c' anche chi, come la signora Santina, si rammarica: “Non sarà mai più come prima, si che possiamo trovarlo a Candiolo, ma noi eravamo abituate a trovare il "nostro" dr. Lauro al S. Croce. Ribadisco che io non l'avrei mai lasciato andare via, era un punto di riferimento per tanti. La scelta è andata diversamente. Le auguro buon lavoro, buona vita e tante soddisfazioni, se le merita tutte e tante”.

Lui chiude la nostra chiacchierata con una battuta: “Non creda a tutti questi messaggi di ringraziamento. Li ho pagati io per scriverli. Uno ad uno!”.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium