/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2022, 15:58

Tre capre ferite e una sbranata dai lupi alle 9 di mattina: la rabbia del sindaco di Gaiola

E' successo a Pietraporzio, dove risiede l'amministratore. Bottero non vuole fare polemica, ma evidenziare come i lupi a ridosso delle case costituiscano un problema reale, al quale dare risposte

Tre capre ferite e una sbranata dai lupi alle 9 di mattina: la rabbia del sindaco di Gaiola

Da anni si parla della difficile convivenza tra chi vive e lavora in montagna e il lupo. In particolare, gli allevatori denunciano predazioni e attacchi contro i quali è sempre più difficile proteggersi. I lupi si avvicinano alle case e raggiungono anche i paesi a bassa quota. Il lupo è un animale protetto. Difficile mediare tra le diverse esigenze.

Oggi è il sindaco di Gaiola a risollevare la questione. Paolo Bottero vive a Pietraporzio, in alta Valle Stura, dove ha un'azienda agricola che produce cosmetici e saponi, oltre a prodotti con latte di capra. 

Stamattina, proprio le sue capre sono state attaccate dai lupi. Erano le 9, ad una trentina di metri dalle ultime case del paese. "In questa stagione sono nel recinto e poi, la mattina e la sera, le lascio pascolare a poca distanza. Verso le 9 ho sentito un trambusto, le capre stavano rientrando nel recinto molto spaventate. Una mancava, probabilmente predata e sbranata, tre erano ferite".

Bottero non vuole fare polemica, ma evidenziare come il problema dei lupi all'interno degli abitati vada affrontato. "Non sono contro il lupo, ma dobbiamo essere consapevoli che è un predatore e fa queste cose. A me quanto accaduto ha creato anche della sofferenza sul piano personale, perché sono animali a cui sono legato. Ma soprattutto, evidenzio che questa cosa è successa in paese. Come amministratore della Valle Stura, sottolineo che queste segnalazioni vengono fatte quotidinamente, anche a Gaiola, dove si vedono i lupi passare davanti alle case in pieno giorno".

Poi continua: "Stamattina ero atteso a Cuneo, dove si è svolta la cerimonia di conferimento del titolo di Giusto tra le Nazioni alla memoria di Mario Giordano e Agnese Laugero, cittadini di Vinadio. Purtroppo, quello che è accaduto mi ha impedito di essere presente. C'era la sindaca di Cuneo, Patrizia Manassero. Ed è a lei che mi rivolgo, chiedendole di aprire un tavolo di lavoro serio sul tema". 

Bottero, che presenterà una denuncia ai carabinieri, ha anche lanciato una provocazione tramite un post su Facebook corredato di foto. "Chi sostiene che il lupo abbia diritto di attaccare gli animali domestici alle 9 del mattino in paese, mi contatti privatamente per contribuire alle cure delle capre ferite. Sarò lieto di dare io mio IBAN per un versamento. Altrimenti zitti, che potrei rispondere davvero male".

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium