ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 15 maggio 2024, 17:51

Cuneo, a Casa Galimberti si presenta il libro “L’uomo che sorrideva sul Mortè” di Mario e Giorgia Fontana

Appuntamento il 30 maggio alle 17:30

Cuneo, a Casa Galimberti si presenta il libro “L’uomo che sorrideva sul Mortè” di Mario e Giorgia Fontana

La storia scritta da Mario Fontana, con la collaborazione della nipote Giorgia, racconta in prima persona le vicissitudini della famiglia Fontana, nata e vissuta a Cuneo, tra piazza Boves e via Peveragno.

Una grande famiglia, composta da 9 fratelli, unita, gioviale e allegra anche nella povertà e nella miseria: sono gli anni della mancanza di cibo e della difficoltà di reperirlo anche con la tessera annonaria.

I primi anni di Mario e dei suoi fratelli, sono, infatti, anni di fame e di discriminazione, ma anche di gioia e di affetto: pur se orfani di madre, morta nel 1935 di parto, trascorrono una vita dignitosa e colma di amore, con l'aiuto dei nonni, delle sorelle maggiori e del padre carradore (mestiere oggi corrispondente a quello di carrozziere)

Mario descrive in modo lucido e preciso la sua infanzia, vissuta in pieno regime fascista, e ricorda il lavoro infantile e la scuola che a volte abbandonava per aiutare il padre.

Il clima familiare e i valori che in esso si respirano, forgiano le sorelle e fratelli Fontana, che operano la <<SCELTA >> di combattere la dittatura fascista e i tedeschi: nel 1943 Nino, Beppe, Attilio rifiutano di servire

lo stato italiano e scelgono di salire in montagna, in Valle Gesso e Vermenagna, le sorelle Nella, Iucci e Giovanna, nonostante la giovane età, sono attive come staffette partigiane.

I fratelli più piccoli, Piero, Romano e Mario, sfollati tra Roccavione e Roaschia, trovano la solidarietà dei valligiani e, in alcune occasioni, vengono ospitati in baite e case di fortuna.

Da non dimenticare il ruolo di Attilio Fontana, comandante partigiano nelle valli Gesso e Vermenagna: divenuto presidente ANPI a Cuneo, sarà ideatore e realizzatore della Fiaccolata della Liberazione che si snoda per le vie cittadine la sera del 24 aprile. Manifestazione ancora viva, partecipata e sentita, oggi più che mai.

Il ruolo della famiglia Fontana, protagonista della vita lavorativa ed imprenditoriale nel cuneese, è stato determinante ed incisivo nel tramettere e tramandare i valori di Libertà, Democrazia e Giustizia sociale. E Mario e la nipote Giorgia hanno saputo raccontarlo in modo preciso e accattivante nelle pagine del libro.

Dialoga con l’autore Ughetta Biancotto, presidente ANPI Cuneo. 

L’appuntamento è per giovedì 30 maggio 2024 alle ore 17:30 al Museo Casa Galimberti, piazza Galimberti 6. 

L’evento è ad accesso libero, non è prevista prenotazione.

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium