ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 15 maggio 2024, 18:21

Eviso: nei primi mesi del 2020-24 è proseguito il trend di crescita

Ecco i risultati preliminari unaudited del periodo luglio 2023–marzo 2024

eVISO S.p.A. (simbolo: EVISO) – società COMMOD-TECH, quotata all’EGM, con una infrastruttura di intelligenza artificiale proprietaria che opera nel settore delle materie prime (luce, gas, mele) – comunica i principali KPI e i ricavi relativi ai 9 mesi del periodo luglio 2023–marzo 2024, non soggetti a revisione contabile.

Si segnala che trattandosi della prima comunicazione volontaria dei dati su base trimestrale, ai fini di raffronto, la società ha individuato i 12 mesi dell’anno fiscale precedente (luglio 2022 – giugno 2023) come periodo di riferimento significativo già comunicato, con tutte le condizionanti del caso legate al paragone di 9 mesi rispetto a 12 mesi.

Nei primi 9 mesi del 2023-2024 è continuato il trend di crescita che ha caratterizzato l’andamento di eVISO nel primo semestre dell’esercizio. La base clienti (rolling sui 12 mesi precedenti) è pari a 506 mila utenti (di cui circa 2.800 relativi al segmento gas), in aumento del 26% rispetto ai 403 mila utenti gestiti da eVISO nel FY22-23. L'energia elettrica erogata attraverso tutti i canali ha raggiunto i 671 GWh, superando di quasi il 13% i 596 GWh erogati nel corso dell’intero esercizio FY22-23. Questi fattori hanno contribuito al conseguimento di un Gross Margin preliminare che si attesta tra € 12,4 milioni e € 13,0 milioni rispetto ad un Gross Margin di € 6,8 milioni registrato nell’intero esercizio FY22-23. I ricavi dei primi 9 mesi del 2023-2024 si attestano a € 165,4 milioni rispetto a € 224,9 milioni registrati nel FY 22-23, e tengono conto della diminuzione del Prezzo Unico Nazionale (PUN) medio che nei nove mesi è stato di 110 €/MWh, in riduzione del -56% rispetto al PUN medio registrato nell’esercizio FY22-23 pari a 247 €/MWh.

 

Gianfranco Sorasio, amministratore delegato di eVISO, ha commentato: “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti in questi primi 9 mesi che evidenziano un notevole incremento nei volumi di energia e gas erogati e un significativo aumento del Gross Margin generato. La capacità di eVISO di generare cassa rimane un importante vantaggio competitivo a livello di costi e di scala. La piattaforma di Intelligenza Artificiale proprietaria ci permette di gestire un numero sempre crescente di utenti con un aumento marginale dei costi di gestione. I progetti in corso sull’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale generativa, sviluppata da terzi, e allenata in modo proprietario sui processi interni di eVISO sta generando fiducia nella possibilità di efficientare, velocizzare e migliorare anche le attività più amministrative e quindi liberare il terreno per crescite ancora più importanti. Da venerdì 10 maggio 2024 il mercato tutelato è definitivamente terminato in favore del mercato libero. Sono fiducioso che i vantaggi competitivi costruiti da eVISO sapranno cogliere al meglio le opportunità di crescita dei prossimi mesi.”

Lucia Fracassi, Direttore Generale di eVISO, ha aggiunto: “I risultati di fine marzo 2023 confermano il trend molto positivo già fatto registrare a fine dicembre 2023 e questa per noi è una chiara indicazione del vantaggio competitivo che eVISO è riuscita a costruire nel tempo. I nostri team hanno saputo interpretare al meglio le dinamiche di mercato e si sono fatti trovare pronti ad affrontare le sfide della complessità. Guardiamo con rinnovata fiducia al futuro, certi che la nostra proposta di valore sarà sempre più apprezzata dai nostri clienti.”

 

KPI PER SEGMENTO DI ATTIVITÀ RELATIVI AL PERIODO LUGLIO 2023 – MARZO 2024

 

POWER

Il numero di utenti rolling 12 mesi complessivamente serviti si attesta a 504 mila, in crescita del 26% rispetto ai 401 mila utenti serviti nel FY22-23, di cui 33 mila diretti e 471 mila gestiti dai 95 reseller abbinati a eVISO. Il numero di reseller rappresenta una quota del 15% degli operatori di vendita al mercato libero censiti in Italia (693) nell’Elenco Venditori Energia Elettrica (EVE) redatto dal Ministero Ambiente e Sicurezza Energetica aggiornato alla data del 31.03.2024.

 

L'energia totale erogata è pari a 671 GWh, superiore ai 596 GWh erogati nell’intero esercizio FY22-23, di cui 453 GWh relativi al canale reseller (384 GWh nel FY22-23) e 218 GWh rivolta al canale diretto (213 GWh nel FY22-23). L'incremento dell'energia fornita è stato positivamente influenzato dalla stabilizzazione del settore energetico e dal potenziamento della rete di distribuzione commerciale di eVISO.

 

GAS

Coerentemente con quanto comunicato a settembre 2023, eVISO ha iniziato a servire anche la clientela reseller nel segmento del gas.

 

Il gas totale erogato ha raggiunto i circa 3,6 milioni di smc (standard metro cubo) rispetto agli 1,7 milioni di smc dell’intero esercizio FY22-23. La maggior parte del gas erogato è attribuibile alla clientela diretta, poiché i reseller sono entrati solo recentemente nel portafoglio clienti di eVISO.

 

Il numero di utenti serviti è pari a 2.848 (rolling sui 12 mesi precedenti) in aumento del 52% rispetto ai 1.872 punti serviti nel FY22-23.

 

SERVIZI ACCESSORI

Le pratiche accessorie soggette a fatturazione sono state circa 42.000 rispetto alle circa 49.000 pratiche accessorie erogate nell’intero esercizio FY22-23.

 

FRESH APPLES

Nei primi 9 mesi 2023-2024 sono state consegnate 127 tonnellate di mele. Il fatturato si è assestato a € 0,1 milioni, con un ricavo medio di 994 €/tonnellata.

 

A livello di liquidità di prodotto disponibile sulla piattaforma di scambio SMARTMELE, al 31 marzo 2024 le tonnellate con ordini a prezzo limite sulla piattaforma sono state circa 40.000, in aumento di 20 volte rispetto alle 2.000 tonnellate registrate il 31 dicembre 2022.

 

***

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA

La Posizione Finanziaria Netta risulta positiva (cassa) per € 5,4 milioni, rispetto a una Posizione Finanziaria Netta positiva di circa € 9,0 milioni (cassa) al 30 giugno 2023 e positiva a € 5,3 milioni (cassa) al 31 dicembre 2023.

La PFN dal 31 dicembre 2023 al 31 marzo 2024 è stata influenzata come segue:

-        positivamente da € 3,6 milioni relativi al miglioramento del circolante;

-        negativamente dalla riduzione di € 1,8 milioni di depositi cauzionali, a seguito del riallineamento delle richieste di garanzia al prezzo dell’energia;

-        negativamente da € 0,2 milioni di iva credito;

-        negativamente dall’incremento dell’attività di buyback di circa € 0,3 milioni;

-        negativamente dall’incremento di € 1,1 milioni di euro relativi all’investimento nell’immobile di proprietà.

 

Si evidenzia che la Posizione Finanziaria Netta al 30 aprile 2024 si è assestata a € 8,4 milioni (cassa), in aumento di € 3,0 milioni rispetto al 31 marzo 2024. Il miglioramento è stato influenzato dalla restituzione straordinaria da parte di Terna di € 1,0 milione di deposito cauzionale, sostituito da una garanzia bancaria, e dal miglioramento del Net Working Capital associato a incassi clienti diretti e reseller di competenza marzo 2024.

 

Per facilità di lettura, il grafico sotto riportato rappresenta gli elementi che hanno contribuito alla variazione della Posizione Finanziaria Netta nel periodo, in termini positivi in caso di generazione di cassa e in termini negativi in caso di assorbimento di cassa.

 

 

 

 

 

  

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium