ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 15 maggio 2024, 18:35

La sezione albese di Italia Nostra aderisce alla giornate del patrimonio culturale

Dall’11 al 19 maggio il tema proposto è Giardini storici, Parchi e Alberate urbane

La sezione albese di Italia Nostra aderisce alla giornate del patrimonio culturale

L’Associazione Italia Nostra propone come ogni anno una settimana di riflessione ed azione su specifici settori del patrimonio nazionale; per il 2024 dall’11 al 19 maggio il tema proposto è Giardini storici, Parchi e Alberate urbane.

La Sezione di Alba aderisce con entusiasmo al tema indicato per le attuali manifestazioni, a cui si è interessata fin dalla sua costituzione (1972). Si possono ricordare soltanto alcune iniziative particolarmente significative: nel 1984 è stato svolto un censimento degli alberi notevoli nel territorio di pertinenza della Sezione, ripreso nel 2015-17, nel 1987 è stata allestita nella chiesa di S. Domenico ad Alba la mostra Dal “bosco in città” ad esperienze di lavoro volontaristico per il verde nell’Albese. Tali lavori si sono concretizzati in una pubblicazione L’Albero nel 1995 e in un DVD Alberi nostri amici nel 2017; entrambi diffusi nelle scuole, nelle manifestazioni pubbliche e nei circoli culturali. Inoltre alcuni esemplari arborei in città sono stati riconosciuti ufficialmente quali “alberi monumentali”.

Continua è stata negli anni la sollecitazione all’Amministrazione comunale e ai Carabinieri Forestali per una maggiore attenzione e cura dei giardini e dei viali cittadini. In particolare andrebbero attuati: manutenzione degli esemplari arborei, per i quali necessita potatura di contenimento e non capitozzatura, esigenza di tempestiva sostituzione degli esemplari mancanti, rinfoltimento delle siepi, controllo delle infestanti ecc.

Il pensiero di Italia Nostra sulla tematica in questione, fra l’altro, è ben espresso fin dal 1977 in una pubblicazione nazionale dell’Associazione: «… È chiaro che il verde serve a tutti: è bello, purifica l’aria delle città, crea oasi di quiete fuori dai rumori e dal pericolo del traffico. Serve alle madri per portare a spasso i figli piccoli, ai ragazzi per giocare e fare sport, agli anziani per starsene al sole o all’ombra, a ognuno di noi per avere modo di staccarsi un po’ dal ritmo convulso della città. […] Il verde serve a tutti, ma serve di più dove c’è più gente che ne ha bisogno. Altre distinzioni: quella tra il verde “naturale” dei parchi e il verde “costruito” di ville e giardini pubblici. C’è poi il verde “attrezzato” per lo sport e il gioco. Infine è anche importante rendersi conto dello stato di gestione del verde pubblico: se è ben tenuto o trascurato, custodito o no …».

La Sezione albese di Italia Nostra intenderebbe ancora svolgere alcune operazioni in città e nel territorio a favore della conoscenza e della salvaguardia dei giardini pubblici e dei viali alberati: aggiornare il censimento degli alberi notevoli, dandone anche la geolocalizzazione, riposizionare targhette informative per gli esemplari più significativi, disponibilità per eventuali illustrazioni a scolaresche e gruppi di privati. L’attenzione dell’Associazione per questo

patrimonio è continuativa.    

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium