/ Politica

Politica | 02 luglio 2024, 08:46

Venasca, parte il quarto mandato consecutivo da sindaco per Silvano Dovetta

Decisa una staffetta in giunta per il ruolo di vicesindaco tra Maurizio Madala e Giampiero Gianaria, che hanno ottenuto lo stesso numero di preferenze personali (89). Inizia il primo che, a metà 2027, cederà il passo al secondo

Venasca, parte il quarto mandato consecutivo da sindaco per Silvano Dovetta

Venerdì sera, 28 luglio, è iniziato a Venasca il quarto mandato consecutivo da sindaco per Silvano Dovetta.

Prima del giuramento il riconfermato primo cittadino ha ringraziato i suoi concittadini con queste parole: “Cari venaschesi, grazie per il vostro voto. Aver dato ancora una volta fiducia a me e al mio gruppo, soprattutto con un consenso così largo ed inequivocabile, afferma puntualmente che ciò che è stato realizzato nei precedenti mandati è stato gradito ed apprezzato.

L’attuale risultato elettorale, viste le rilevanti proporzioni (oltre il 72%) è arrivato in forma inaspettata; non pensavamo di raggiungere un consenso così ampio, che ovviamente ci riempie di gioia ma anche di grande responsabilità che ci spinge a lavorare ancora di più. La consapevolezza di aver amministrato il bene comune con senso di responsabilità non poteva che essere un valore aggiunto a proseguire con impegno per un futuro ancora migliore per il nostro paese. Non sarà facile ma uniti e più forti grazie al vostro ampio consenso ripartiamo con rinnovata energia per raggiungere gli obiettivi programmati tenendo sempre la porta aperta a tutti i cittadini che, con suggerimenti, consigli, proposte e indicazioni utili desiderino partecipare al miglioramento della nostra comunità venaschese”.    

 

Dovetta ha poi comunicato la formazione della giunta.

Manterrà per sé le competenze in merito a: rappresentanza, personale, bilancio, urbanistica ed edilizia.

 

Maurizio Madala sarà vicesindaco fino a metà consiliatura con deleghe a: cultura, finanze, tributi, risorse idriche, ecologia, ambiente e sport.

 

Giampiero Gianaria, assessore che gli subentrerà come vice nel 2027, si occuperà di: attività economiche, scuole e istruzione, welfare, servizi sanitari, casa di riposo, Pnnr e progetti europei. 

Il sindaco ha voluto assegnare particolari deleghe ad alcuni consiglieri.

A Corrado Favole, lavori pubblici, viabilità, protezione civile e parco mezzi comunali.

A Paola Ferrua, turismo e manifestazioni, politiche giovanili e pari opportunità.

A Romana Garnero, trasporti, cimiteri, qualità della vita dell’anziano, frazioni, sgombero neve zona concentrico e diritto.

A Pasqualina Monge Collino, agricoltura, fiere e mercati, caccia e pesca, sgombero neve zona opaco.

A Carlo Martorana, sicurezza, commercio e artigianato, demanio e patrimonio, rapporti con le associazioni. 

“Gli incarichi – è stato spiegato – non costituiscono deleghe di funzioni bensì meramente propositive e di consulenza per cui è da escludersi, da parte dei consiglieri comunali incaricati, l’adozione di atti di rilevanza esterna o di atti amministrativi di gestione spettanti agli organi burocratici”.

Dovetta ha poi ancora illustrato, a grandi linee, le linee programmatiche che intende perseguire nel corso del suo mandato.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium