/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 15 giugno 2018, 16:10

E' un cinquantenne di Caraglio la vittima dell'incidente sul Gelas a Entracque

Capocantoniere e messo comunale a Monterosso Grana,era un grande appassionato di corsa e di montagna

Foto dal sito della Podistica Valle Grana

E' Massimo Dalmasso, da tutti conosciuto come Macho, la vittima dell'incidente avvenuto quest'oggi 15 giugno sul monte Gelàs, ad Entracque.

50 anni il prossimo 20 ottobre, cantoniere e messo comunale a Monterosso Grana, viveva a Caraglio. Appassionato di montagna, podista, Dalmasso è deceduto poco dopo le 13 durante un'escursione di scialpinismo con altri tre amici in Valle Gesso.

Dalmasso stava scendeno la parete nord ovest del monte (3143 m). Poco sotto la vetta, ha presumibilmente perso il controllo degli sci precipitando lungo la via italiana tra la Forcella Roccati e il Colle di Saint Robert. Il corpo è scivolato nel canale per circa 250 metri riportando traumi che ne hanno provocato la morte sul colpo. L’allarme è stato lanciato dai suoi compagni di escursione che lo hanno visto scomparire alla base del pendio.

Immediatamente è decollata dalla base di Cuneo-Levaldigi l’eliambulanza 118 con a bordo il Tecnico di Elisoccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS Piemonte) che è stato verricellato nel punto in cui l’uomo ha arrestato la caduta. Purtroppo ha potuto soltanto constatare il decesso prima dell’arrivo del medico che ha proceduto con le operazioni di recupero della salma, consegnata in seguito dall’equipe dell’elicottero ai Carabinieri per le operazioni di riconoscimento.

L'uomo, concosciutissimo e molto ben voluto da tutti, lascia i genitori e due fratelli. Sul sito della Podistica Valle Grana scrivono di lui: "Grande amante della corsa e assiduo frequentatore di ogni tipo di gara dai 5km su strada fino ai trail da più di 100km. Da segnalare il suo grande impegno come tecnico Fidal del settore giovanile della nostra società fin dalla sua fondazione".

 

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore