/ Cronaca

Cronaca | 21 settembre 2020, 17:27

Saluzzo, bracciante rubò la Postemat ad un altro immigrato: condannato a un anno e sei mesi

Il furto avvenne nel dormitorio del PAS. L’extracomunitario aveva prelevato circa 600 euro

Saluzzo, bracciante rubò la Postemat ad un altro immigrato: condannato a un anno e sei mesi

Aveva prelevato quattro volte, per una somma totale di 600 euro, utilizzando la carta Postamat che aveva sottratto ad un extracomunitario ospite del PAS (Prima Accoglienza Stagionali) a Saluzzo. M.D., bracciante regolare originario del Mali, è stato condannato oggi dal tribunale di Cuneo per furto aggravato e indebito utilizzo di carta di credito a un anno e sei mesi di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale, oltre al pagamento di 450 euro di multa.

I fatti risalgono all’estate 2019. M.D. era stato denunciato da un connazionale nei primi giorni di luglio quando questi si era accorto che gli era sparita la carta prepagata. Solo allora era venuto a conoscenza dei prelievi, effettuati alcuni giorni prima.

L’imputato era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza mentre prelevava dal bancomat, ed era stato identificato grazie ad alcuni particolari dell’abbigliamento che indossava. I carabinieri erano andati a prelevarlo nell’ex caserma, dove dormiva in un letto a castello vicino a quello del bracciante derubato, che lo aveva riconosciuto.

Secondo il pm Pier Attilo Stea un reato commesso da “un poveraccio” che “ha cercato di risolvere i suoi problemi rubando a uno che era nelle sue stesse condizioni”.

La difesa, chiedendo l’assoluzione, ha sostenuto che in querela non si era fatto riferimento al furto della carta, ma soltanto ai prelevamenti delle somme dei quali il bracciante si era accorto alcuni giorni dopo. Il che poteva far presumere che potesse anche averla smarrita o prestata a qualcun altro.

Monica Bruna

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium