ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 23 marzo 2021, 10:45

Cuneo, pronti i due progetti da presentare al bando PINQuA: spunta anche una "silver house" in piazza Europa

Poche sorprese ieri (22 marzo) nell'incontro di aggiornamento conclusivo sul progetto dedicato alle nuove politiche dell'abitare; tra di esse, però, l'accenno alla nuova funzione dello stabile della Fondazione CRC nella piazza più chiacchierata della città

Foto generica

Foto generica

Il progetto PINQuA mette a disposizione risorse importanti, che arrivano dopo anni di penuria e di mancanti finanziamenti sul tema della casa e dell’abitare. Il lavoro fatto è stato tanto e ci ha permesso prima di tutto di preparare il futuro della nostra città, un’ esperienza utile per riuscire a far lavorare i settori in modo coordinato, e per sperimentare nuove modalità di organizzazione, nonostante le tempistiche poco comode. Ringrazio tutto lo staff”.

A parlare è il vicesindaco di Cuneo Patrizia Manassero. L’occasione – tenutasi ieri (22 marzo) nel tardo pomeriggio, e che ha visto riunite le commissioni I^, II^, III^, IV^, V^ e VI^ – la presentazione conclusiva dei due progetti che l’amministrazione intende candidare al progetto sulle nuove politiche dell’abitare PINQuA. In palio, un finanziamento massimo di 15 milioni di euro.

Le due proposte di progetto – illustrate dall’architetto Chiara Borghi dello studio Ratti – non si sono differenziate più di tanto da quelle già presentate a febbraio, nel corso dell’aggiornamento “di metà percorso”.

La prima, individuata con il nome di “Comunità integrata nella natura”, si concentra sullo stabile dell’ex-caserma Piglione (3.854 metri quadri di superficie), sul fabbricato per alloggi di Confreria (che ne conta attualmente 10 vuoti e che vedrà una riqualificazione degli spazi verdi, con la creazione di orti di comunità e di una nuova piazza di quartiere), su villa Luchino e il parco di villa Sarah (dove si rifunzionalizzerà l’area verde e verrà costruito un nuovo edificato di 300 metri quadri) e sull’ATC Donatello (nel quale si ridensificherà il piano terra con la realizzazione di spazi di co-housing).

Coinvolta nel progetto in maniera tangenziale anche l’area di piazza Europa: l’edificio d’angolo di proprietà della Fondazione CRC diventerà infatti una “silver house”, una residenza per anziani autosufficienti, e ci si propone come parte del progetto PINQuA di migliorarne lo spazio pubblico. La notizia dell’intenzione della Fondazione CRC ha sorpreso diversi dei consiglieri presenti – in particolar modo Ugo Sturlese e Beppe Lauria - , che hanno mal digerito l’idea di essere messi a conoscenza di un progetto durante l’illustrazione di un’altra attività.

La seconda proposta – individuata con il titolo “Cuneo laboratorio sociale” - vede invece al centro l’ex-ONPI (e le sue 41 unità abitative con terrazze interconnesse, oltre alla copertura superiore da adibire a orti condivisi, aree sporte aree relax), gli alloggi di via Busca (con la ristrutturazione di tre di loro e l’efficientamento energetico dei restanti) e il casotto del centro Mistal (che vedrà opere di rifunzionalizzazione ed efficientamento energetico, oltre alla creazione di un laboratorio di pittura e di un’area adibita a palestra, entrambe dedicate a persone con disabilità).

Abbiamo toccato un livello di capacità elaborativa e di lettura del futuro della città davvero notevole con la partecipazione al progetto PINQuA, una serie di buone pratiche costruite certamente negli anni, ma che qui si concretizzano davvero” ha sottolineato l’assessore Mauro Mantelli.

Con questi interventi ci prepariamo a far fronte al problema della disgregazione urbana, e di tutte quelle difficoltà del tessuto sociale che il fenomeno pandemico sta inevitabilmente moltiplicando, in una logica finalizzata a far sì che, nell’uscire da questa situazione, si esca con lo sguardo avanti – ha aggiunto - . Trasformare la città per poter meglio affrontare le situazioni di debolezza sociale è il cuore del concetto stesso di smart-city”.

I due progetti presentati vedono al centro la qualità del costruito e dell’abitare in senso stretto – ha concluso Manassero - . Auspichiamo presto partano i cantieri, ma non c’è ancora nulla di definito”.

simone giraudi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium