/ Viabilità

Viabilità | 04 giugno 2021, 15:06

Riapre il Colle dell’Agnello: finite le operazioni di sgombero neve

La Provincia ha anche disposto la riapertura del tratto della strada provinciale 234 che da Pian della Regina di Crissolo conduce al pianoro del Pian del Re, il pianoro in quota dove nasce il fiume Po

Riapre il Colle dell’Agnello: finite le operazioni di sgombero neve

Mancano ormai meno di un'ora alla riapertura al traffico del Colle dell’Agnello, il valico che collega la Valle Varaita al Queyras francese.

Nei giorni scorsi, la Provincia di Cuneo, che ha la competenza sul Colle sino al confine di Stato, aveva già annunciato la possibile riapertura, programmata per la prima settimana di giugno. Così è stato.

Dalle 16 di oggi, infatti, il Colle torna transitabile.

Sono terminati i lavori di sgombero neve, e quindi la Provincia ha potuto riaprire al traffico la SP251, che dal Comune di Pontechianale conduce in Francia, fino al comune francese di Molines-en-Queyras, nel dipartimento delle Alte Alpi.

Il Colle dell’Agnello è solcato, ogni anno, da migliaia di ciclisti e motociclisti appassionati. È il secondo valico automobilistico più alto d’Italia e il terzo d’Europa, preceduto solo dal Passo dello Stelvio e dal colle dell’Iseran.

Un’infrastruttura inaugurata nel 1973, ampliando una preesistente mulattiera in terra battuta, e che negli anni ha “ospitato” svariate tappe del Giro d’Italia e del Tour de France.

Salvo imprevisti, l’Agnello resterà aperto fino al terzo fine settimana di ottobre, per permettere la tradizionale partecipazione alla Fiera francese di San Luca a Guillestre, molto frequentata anche dagli abitanti della valle Varaita.

Sempre oggi, e sempre alle ore 16, la Provincia ha anche disposto la riapertura del tratto della strada provinciale 234 che da Pian della Regina di Crissolo conduce al pianoro del Pian del Re, il pianoro in quota dove nasce il fiume Po.

La riapertura, già prevista la settimana scorsa, è stata posticipata di qualche giorno per permettere alcuni lavori urgenti di manutenzione e ripristino stradale dopo la lunga stagione invernale. Proprio lungo questo tratto di strada si registrano in inverno diverse slavine, che possono creare alcuni danni.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium