ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 22 novembre 2021, 14:43

Da Roccavione a Borgo non si passa a piedi: disputa tra Comune e Anas sul marciapiede

Per Anas è un "camminamento tecnico" non accessibile ai pedoni. Il comune di Roccavione è pronto a prendere in gestione il marciapiede. La sindaca Avena: "Prima di firmare una delibera, vogliamo una proposta di convenzione dettagliata da Anas"

Un pedone sulla statale 20 costretto a camminare sulla strada nel tratto da Borgo San Dalmazzo a Roccavione

Un pedone sulla statale 20 costretto a camminare sulla strada nel tratto da Borgo San Dalmazzo a Roccavione

 

A piedi da Roccavione a Borgo San Dalmazzo. Una missione quasi impossibile per quel tratto di statale 20 di gestione Anas con un camminamento appena terminato ma ancora sbarrato da reti di cantiere. Quasi una roulette russa su un rettilineo dove auto e camion sfrecciano veloci.

Il problema è che per Anas quello è un “camminamento tecnico”, utile agli operai per fare manutenzione e non un marciapiede percorribile da pedoni. Così il passaggio resta bloccato. E i cittadini, a piedi e in bici, sono costretti a passare sulla strada. Un tratto molto stretto, pericoloso e trafficato.

Non è raro vedere mamme con passeggini e persone con buste della spesa perchè molti abitanti di Roccavione raggiungono a piedi il supermercato 'Mercatò Local' appena al di là del confine comunale, in via Nizza a Borgo San Dalmazzo.

“Noi siamo disponibili a prendere in gestione da Anas il marciapiede, portando la nuova delimitazione del centro abitato fino al ponte – dichiara la sindaca di Roccavione Germana Avena -. Ne abbiamo fatto richiesta circa due mesi fa e inviato tutta la documentazione necessaria".

Per la riapertura del camminamento Anas vorrebbe una delibera comunale. La pratica poi dovrebbe sbloccarsi velocemente visto che si tratta di un comune montano sotto i 10 mila abitanti. La gestione della strada ovviamente rimarrebbe in carico ad Anas.

"Io non posso portare in consiglio una proposta al buio - replica Avena -. Prima di firmare una delibera, vogliamo una proposta di convenzione dettagliata da Anas che specifichi tutti i termini, a partire da chi si deve occupare della manutenzione ordinaria e straordinaria, in particolare la fondazione del muretto”.

Sono vent'anni che si parla del collegamento pedonale. Da dieci anni il comune la chiede insistentemente. Anas a maggio ha effettuato i lavori di assestamento della carreggiata e messo un guardrail nuovo che, di fatto, ha stretto ulteriormente la strada.

“Speriamo che questa primavera partano i lavori per EUROVELO 8 , la ciclabile da Limone Piemonte a Cuneo – conclude Avena -. Nel nostro comune passerebbe da via 8 Agosto, nella zona delle case popolari, saltando la superstrada fino all'Italcementi di Borgo. Sarebbe una soluzione per togliere almeno i ciclisti dalla statale”.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium