/ Attualità

Attualità | 07 ottobre 2022, 17:03

Inps Cuneo, la protesta del sindacato USB: "Manca personale, così non si può andare avanti"

Pensionamenti e trasferimenti hanno ridotto il numero di addetti, con il rischio di abbassare la quantità e qualità dei servizi erogati

Inps Cuneo, la protesta del sindacato USB: "Manca personale, così non si può andare avanti"

La Segreteria Provinciale USB di Cuneo da parecchio tempo sta monitorando il livello di efficienza dei servizi previdenziali erogati dalle Agenzie e dalla Sede Provinciale INPS di Cuneo, che è sempre stata fino a poco tempo fa il fiore all’occhiello della nostra Regione.

Negli ultimi tempi, a causa di molti pensionamenti sommati ai trasferimenti presso altre Sede, il numero complessivo del personale addetto nella provincia Granda ha subìto un forte decremento e ad oggi è attuale il rischio di non poter garantire i servizi sul territorio nelle quantità e nelle qualità consuete.

Inoltre, dal momento che altrettanti problemi sono vissuti anche nelle sedi torinesi, molte pratiche che non si riesce a definire nelle Sedi della Provincia di Torino vengono decentrate e assegnate nei vari territori provinciali. Ciò ha comportato un ingolfamento ingestibile che penalizza il nostro territorio ed i cittadini della Provincia Granda.

Come USB siamo impegnati da tempo in una costante pressione a livello nazionale per avere maggior personale e far aumentare le richieste di fabbisogno.

L'INPS in Europa è l'ente previdenziale più grande, con maggiori competenze e con il minor quantitativo di lavoratori addetti. Così non è più possibile più andare avanti. 

Diciamo BASTA allo sfruttamento dei lavoratori, BASTA ai tagli dei servizi pubblici, BASTA alle privatizzazioni. E' necessaria una stagione di ASSUNZIONI massicce nella P.A. ed una politica di reinternalizzazione di tutti i servizi pubblici.

 

LA SEGRETERIA PROVINCIALE USB CUNEO

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium