/ Eventi

Eventi | 17 luglio 2018, 16:38

Mof: l’Arte della fuga, le acrobazie compositive di Bach e quelle circensi

Stasera martedì 17 luglio nei giardini Apm. Ingresso libero. Nell’edizione 2018 la musica antica si declina con il circo, apertivi, teatro. Sabato 21 luglio nel centro storico la Notte del Mof. Il direttore artistico Scavino: a Saluzzo due grandi riferimenti italiani per gli studiosi di Bach il musicologo Alberto Basso e una importante biblioteca di carattere musicologico

Circus Contrapuntum /Arte della FugaFoto Andrea Macchia

Circus Contrapuntum /Arte della FugaFoto Andrea Macchia

 

Questa sera martedì 17 luglio, appuntamento spettacolare del Mof 2018, nei giardini dell’ex Monastero dell’Annunziata (via Volta- sede Apm) alle  21 con  l’ Ensemble La Chimera e il Cirko Vertigo. 

Al centro l’ eccezionalità della scrittura del compositore tedesco, al quale è dedicata l’edizione 2018 del Festival di Musica antica in programma a Saluzzo fino al 21 luglio.

Bach ha portato ai massimi vertici  la tecnica compositiva del suo periodo: il contrappunto, aprendo  nello stesso tempo un nuovo modo di concepire la composizione.  "E’  evidente in modo particolare in un’ opera che è considerata il suo testamento “L’arte della fuga” – sottolinea il direttore artistico del Festival Ivano Scavino. - Questa sera  nell’appuntamento “Circus Contrapunctum/L’arte della fuga” una creazione di Sabina Colonna Preti e Caterina Mochi potremo vedere ciò che ascoltiamo, le acrobazie compositive dell’opera  nelle performances  acrobatiche degli artisti di Cirko Vertigo. Una sintesi di movimento e musica per offrire meraviglia e stupore”.

"Le sfide che J. S. Bach, si autoimpose nella composizione dell’Arte della Fuga rappresentano, per i musicisti, quello che le acrobazie dei circensi rappresentano per qualsiasi osservatore: sfide al limite dell’impossibile, in cui le capacità umane vengono portate al loro estremo e suscitano in chi assiste ammirazione, meraviglia, stupore - descrivono gli artisti del CirKo Vertigo. 

"Come per i circensi, l’aumento delle difficoltà è un limite ma non una limitazione. i.  Così, Bach crea brani affascinanti usando regole di estrema complessità come quelle del canone, la forma più rigida di composizione polifonica, senza trasformare la musica in puro esercizio intellettuale: ascolteremo ritmi di danza, contemplazioni incantate, momenti di tenerezza e di pathos". 

In scena: l’Ensemble La Chimera (Pablo Valetti, violino, Margherita Pupulin, viola, Sabina  Colonna-Preti e Carolina Egüez, viola da gamba) e  gli artisti di Cirko Vertigo. Ingresso libero.  

Mercoledì 18 luglio

Saluzzo, Antico Palazzo Comunale - ore 18 Concerto-aperitivo La famiglia Bach e la viola da gamba- Lorenzo Citraro (viola da gamba) Marco Crosetto (clavicembalo)

Lagnasco, Castelli Tapparelli - ore 21 Opere di J.S. Bach per clavicembalo  Francesco Corti (clavicembalo).

Giovedì 19 luglio

Saluzzo, Villa Belvedere - ore 18 . Concerto-aperitivo “Opere di J.S. Bach per liuto” Juan Josè Francione (arciliuto); Lorenzo Abate (liuto barocco)

Saluzzo, Chiesa di San Giovanni - ore 21  - J. S. Bach - Ouverture in Do maggiore BWV 1066 e Messa in Sol minore BWV 235 - Orchestra e Solisti dell'Accademia La Chimera- Francesco Corti (Direttore)- Pablo Valetti (Maestro concertatore).

 

vilma brignone

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium