/ Viabilità

Viabilità | 18 ottobre 2018, 19:32

La CIG Alpi del Sud a Parigi: focus su tunnel di Tenda e ferrovia Cuneo-Ventimiglia

Nell'incontro tenutosi oggi (giovedì 18 ottobre) ANAS e Conferenza InterGovernativa si sono confrontati sulle due importanti opere della viabilità cuneese

Foto generica

Foto generica

Si è svolta oggi la riunione della CIG Alpi del Sud, a Parigi: focus, principalmente, sul tunnel di Tenda e sulla situazione della linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia.

- Tunnel di Tenda

In seguito alle preoccupazioni della prefettura francese sono stati analizzati i dati del monitoraggio e gli spostamenti rilevati dalla strumentazione e sono stati rimessi in funzione i sistemi di lettura degli strumenti di rilevamento topografico che si erano interrotti per problemi tecnici.

Secondo ANAS i dati rilevano una sostanziale stabilità della struttura, analisi contestata dalla delegazione francese sulla base delle valutazioni di CEREMA derivante da una differente interpretazione. ANAS ha annunciato che i sistemi di rilevamento manderanno un'allert automatica alla centrale operativa in caso di movimenti anomali, che porteranno l'immediata chiusura della strada  qualora si ravvisi un pericolo per la circolazione. La CIG ha ribadito che l'opera dovrà essere demolita e ricostruita.

ANAS ha anche comunicato di aver aggiudicato la gara per la rimozione dei due cumuli di anidriti in territorio francese ma prima della rimozione è necessaria l'autorizzazione da parte della Prefettura Francese. Anas ha poi affermato che la trattativa con il consorzio EDILMACO è stata piu lunga del previsto, ma che comunque si spera di poterla chiudere entro la fine mese.

Costi In merito ai costi, è stato affermato che i maggiori oneri derivanti dalla non conformità dovuti a errori progettuali o di esecuzione imputabili all'impresa, saranno detratti da quanto dovuto a GLF.

La perizia di variante è in corso e potrà essere conclusa nei minori tempi possibili. Verifiche sono in corso anche sul vecchio tunnel in seguito ai problemi riscontrati la scorsa primavera.

- Cuneo-Ventimiglia

E' stata data notizia del fatto che è stata sltimata la posa del sistema e delle boe, di cui deve essere effettuato il collaudo. La CIG aveva chiesto che tale operazione fosse effettata senza interruzioni ulteriori di servizio da parte di una squadra di SCNF,  che ha confermato di non riuscire a eseguire l'operazione prima di fine aprile-maggio 2019, con un'opzione da valutare che consentirebbe di anticipare a fine marzo l'entrata in servizio del sistema. L'operazione richiederà comunque un'interruzione del servizio di due giorni per l'effettuazione delle misurazioni dei treni di prova.

Ribadita la richiesta da parte Italiana di concedere la riduzione delle limitazioni di velocità per consentire il recupero di 12 minuti dei tempi di percorrenza che invece SNCF subordina al rinnovo della convenzione e alla realizzazione di ulteriori lavori e studi.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium